13022215_10208949337475169_859941812_n

iPhone SE è il primo aggiornamento o ritorno, per meglio dire, alla dimensione di iPhone 5S del 2013. Si tratta, è il caso di specificarlo, di una vera e propria versione, riveduta e corretta, della generazione cosiddetta da 4 pollici. E in alcuni casi, è persino alla pari con iPhone 6S e iPhone 6S plus.

Tuttavia, sono da segnalare alcune limitazioni di varia importanza e qualche “anomalia” che dovrebbero essere considerate prima di acquistarlo. Anche con un prezzo relativamente competitivo. Molto vicino a quello di iPhone 6S, il costo di questo smartphone è da tenere in considerazione se si vuole scegliere un device più piccolo nelle dimensioni, ma con alcune delle caratteristiche che hanno reso la generazione 6S un ottimo prodotto.

Ho usato iPhone SE per alcuni giorni come smartphone principale. Tornare ai 4 pollici, se da una parte si è rivelato vantaggioso per la maneggevolezza e la portabilità – sia in tasca che in mano – trova riluttanti chi sicuramente si è abituato, nel corso degli anni, ad un display più importante. Le icone sono più grandi e occupano molta parte della schermata Home, nascondendo lo sfondo. E questo trova disorientati chi viene da un iPhone più grande. Ma c’è da dire che questo è un aspetto che consideriamo ora, visto che con le precedenti generazioni questo non sembrava essere un problema. Un display più piccolo significa, quindi, che i contenuti visualizzati si vedono anche meno facilmente. L’esplorazione del web è l’ideale su uno schermo più grande; e se si sta passando da un vecchio iPhone a questa versione SE, i miglioramenti di velocità saranno l’unica cosa che si nota.

Parlare di iPhone SE non prescinde dal fare alcuni inevitabili riferimenti alle versioni precedenti. In sede di unboxing abbiamo già visto come la confezione stia al passo con il criterio di eleganza ed essenzialità di Apple. Nella confezione, come abbiamo visto, troverete i soliti componenti – gli auricolari in-ear, un manuale utente, un caricabatterie USB e la scheda di garanzia.

La prestazione

In breve: mi è piaciuto. Il peso e la sensazione di contenere lo smartphone in una mano sono aspetti ai quali ci eravamo disabituati. Non ci vuole molto a notare la differenza di prestazioni tra iPhone SE e il suo predecessore 5S. Le performance sono quelle che ci si può aspettare da un iPhone 6S, eccetto per il 3D Touch, sfortunatamente grande assente in questo device. Grazie al chip A9 con architettura a 64-bit e un coprocessore M9 (lo stesso processore utilizzato nell’iPhone 6S) il terminale è molto performante. La funzione Night Mode fa un ritorno trionfale e funziona sorprendentemente bene. E ciò non fa altro che confermare, se ancora ce ne fosse bisogno, della cura che Apple mostra per le piccole cose.

La fotocamera

Degna di nota è la fotocamera posteriore iSight da 12 megapixel, l’integrazione diretta di foto e la registrazione video in 4K. Aspetti che la rendono di gran lunga la migliore fotocamera su uno smartphone da 4 pollici. Altro grande assente è la stabilizzazione ottica del movimento, una funzione integrale che, quando abbinata alla modalità di scatto “Live”, ha garantito ad iPhone 6S un vantaggio considerevole rispetto alla concorrenza. In iPhone SE, quindi, la qualità dell’immagine è migliore rispetto alla maggior parte degli smartphone di fascia alta. Ma c’è un “ma”: l’obiettivo della fotocamera. Gli iPhone più grandi sono dotati di obiettivi migliori quando si riprende un video o si scatta una foto. Quello di iPhone SE è più stretto e potrebbe richiedere un po’ di tempo per abituarsi. Ad ogni modo, sia le foto che i video sono qualitativamente buoni.

Audio

Nitida e limpida la qualità del suono. Sia dal dispositivo stesso, sia attraverso gli auricolari dal design ergonomico, che perfettamente si inseriscono nelle orecchie. È possibile ascoltare musica per molto tempo senza che l’audio “stanchi” il nostro udito e si abbia la fastidiosa sensazione di un suono “ovattato” come dopo essere stati ad un concerto. L’altoparlante è performante, anche rispetto agli iPhone più grandi, e non importa se si utilizzano i diffusori Bluetooth, AirPlay o, semplicemente, se si usano gli auricolari.

Gaming

Lo schermo da 4 pollici non è l’ideale per il gioco o la visualizzazione multimediale. Per la maggior parte dei giochi, il display è limitato e, spesso, le dita impediscono una corretta visualizzazione della scena di gioco. Considerando anche che i pollici intasano circa un terzo dello schermo con la presa del device, è meglio acquistare un iPhone 6 o superiore, se siete veramente dipendenti dai giochi su smartphone.

Design

Poche le differenze con iPhone 5S. In primo luogo, i bordi opachi che sostituiscono quelli smussati lucidi di iPhone 5 e iPhone 5S. Sono probabilmente meno inclini a graffi, ma non completamente. Occorre comunque fare attenzione, soprattutto se si sceglie di utilizzarlo senza cover. I bordi opachi hanno più attrito rispetto a quelli smussati. Apprezzabili anche i pulsanti del volume arrotondati, sensibili alla pressione.

Le sue dimensioni lo rendono ideale per l’utilizzo con una sola mano. Ma la qualità di visualizzazione, come abbiamo visto, ne soffre rispetto ad un display più ampio. I contrasti sono più elevati, soprattutto nel caso in cui si stia digitando un messaggio. I contrasti sono nitidi e di qualità elevata.

E non c’è il 3D Touch. Grande mancanza, ma iPhone SE sopperisce a questo deficit durante una navigazione internet e una raggiungibilità delle anteprime con altre scorciatoie. Da considerare, associato ad un display più piccolo, una tastiera altrettanto piccola. iPhone 6 e 6 Plus aggiungono una serie di strumenti su entrambi i lati della tastiera che, seppure raramente, possono essere usati all’occorrenza e rendono più completo lo strumento. iPhone SE, dal canto suo, fornisce solo una versione più grande della tastiera che va da bordo a bordo.

 

Batteria

La durata della batteria è migliorata rispetto ad iPhone 5 e lo rende un device alla pari con iPhone 6s Plus, che è molto più grande e in grado di contenere una batteria più potente. iPhone SE conserva questa potenza senza però lo svantaggio di conservare le stesse dimensioni. Tenendolo sempre acceso, giorno e notte, ho avuto bisogno di caricare il dispositivo solo durante la notte. E, in ogni caso, con una percentuale della batteria mai giunta al completo esaurimento. Dunque, questo è un aspetto che sicuramente porta un peso a favore di questo “piccolo” dispositivo. Infatti, la questione della durata della batteria è sempre molto dibattuta. Ma Apple sembra aver trovato un giusto compromesso tra prestazione e durata.

iPhone SE in breve

Cosa ci è piaciuto

– maneggevolezza del device con display da 4 pollici (sebbene ciò dipenda dalle necessità, dai gusti e possa essere considerato anche un “contro”)
– Fotocamera performante

Quello che non ci è piaciuto

– Prezzo elevato sebbene per una versione “low cost”
– Tra le caratteristiche, mancanza del 3D touch

Specifiche chiave

– Display Retina da 4 pollici Retina
– Processore A9 da 64-bit con coprocessore M9
– Fotocamera iSight posteriore da 12MP, con registrazione 4K e funzione Live Photos
– Fotocamera anteriore FaceTime da 1.2MP

https://youtu.be/X7yhSwzNV20