Play Store
Google Play Store cresce di anno in anno.

Nei primi tre mesi del 2016, Google Play Store ha fatto segnare la bellezza di 11 miliardi di download complessivi. Dati ancora straordinari per il negozio virtuale di applicazioni Android, che ad oltre sette anni dall’istituzione non lascia intravedere alcuna crisi.

La crescita di Play Store sembra davvero inarrestabile. Lo shop online gestito da Google ha fatto segnare progressi enormi rispetto alla sua fondazione, risalente all’ormai lontano 2008. Soltanto sei anni fa, quando la piattaforma era intitolata Android Market, le app scaricabili erano soltanto 30 mila. Oggi siamo arrivati alla ragguardevole cifra di 2 milioni. E il numero sembra destinato ad aumentare ancora nei prossimi anni, dato che sempre più sviluppatori sono pronti ad investire sui propri software.

I dati rappresentano il risultato di un rapporto eseguito da Sensor Tower, specializzato in queste particolari statistiche. A tutto questo, bisogna aggiungere che Play Store è riuscito a far segnare la bellezza di 11,1 miliardi di download soltanto nei primi tre mesi del 2016, con un incremento del 6,7% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Le applicazioni più scaricate su Play Store nel Q1 2016

Ma quali sono le app Android che hanno ricevuto la maggiore quantità di download nei primi tre mesi del 2016 negli Stati Uniti? Facebook Messenger è in vetta davanti a Facebook, in un discorso che sembra riguardare soprattutto il colosso di Mark Zuckerberg. La terza piazza è occupata da SnapChat, che precede il leader tra i giochi Candy Crush Jelly Saga Pandora. Solo dodicesimo WhatsApp, che però continua ad essere una delle applicazioni più presenti sui dispositivi mobili.

Tra le altre informazioni derivanti da Sensor Tower, tocca segnalare il successo sempre crescente della sezione Giochi, di cinque volte maggiore rispetto a Tools. La categoria che ha fatto segnare la maggiore crescita è quella dedicata ai programmi di Fotografia, con un segno positivo del 20% rispetto al Q1 2015. Tutti questi dati non fanno altro che dimostrare un unico vero concetto: Google Play Store non conosce crisi.