Facebook Messenger
Facebook Messenger consentirà a tutti passeggeri di “KLM Royal Dutch Airlines” di ricevere la carta d’imbarco e una serie di aggiornamenti legati al volo, tramite un messaggio di chat.

Questa volta Facebook Messanger ha deciso di volare in alto, tra le nuvole, insieme alla compagnia aerea KLM Royal Dutch Airlines. Molto presto, il servizio di messaggistica istantanea permetterà a tutti passeggeri di ricevere la carta d’imbarco e una serie di aggiornamenti legati al volo tramite un messaggio di chat. La fase di implementazione verrà avviata nei prossimi giorni.

David Marcus, responsabile dei servizi di messenging, ha pubblicato un post su Facebook: KLM Royale Dutch Airlines diventerà partner ufficiale della piattaforma e offrirà agli utenti l’opportunità di ricevere la conferma di un volo, di accedere alla carta di imbarco, di ricevere un promemoria per il check-in, di ottenere aggioramenti relativi al proprio volo e di procurarsi risposte dal servizio clienti. Tutto avverrà, rigorosamente, attraverso lo strumento della chat.

Eppure, la compagnia olandese non è la prima azienda a scegliere il social network per connettersi con il resto del mondo. Infatti, già lo scorso anno, “Hyatt Hotels” ha iniziato a testare Facebook Messenger per attivare le richieste del servizio clienti: invece di contattare telefonicamente la struttura, gli utenti possono selezionare “Hyatt” nell’applicazione e scambiare una serie di messaggi con un addetto al servizio. Anche “Retailer Everlane“, marchio di abbigliamento, ha cominciato a utilizzare la piattaforma per aggiornare i clienti riguardo i tempi di spedizione, le ricevute, pagamenti e molto altro. E, ancora, altre aziende come “Uber” e “Lyft” sfruttano il social network per effettuare prenotazioni e ordinazioni.

Secondo quanto espresso da David Marcus sulla rivista “USA Today“, circa l’80% dei passeggeri che viaggiano negli Stati Uniti risulta aver installato Facebook Messenger sul proprio smartphone. Questo elemento sottolinea come le interazioni sociali siano, sempre di più, coinvolte e associate ai servizi di messaggistica istantanea. E così, in questo contesto, possono inserirsi le imprese per consentire servizi aggiuntivi e costruire un’esperienza nella comunicazione. Tuttavia, almeno per adesso, la piattaforma ha dichiarato di essere molto selettiva riguardo le imprese che possono utilizzare l’applicazione per comunicare con il pubblico fruitore.

Nel corso del 2015, il famoso social network aveva registrato 800 milioni di persone attive ogni mese. E, alla luce di questo dato importante, David Marcus aveva dichiarato che la società intendeva puntare sempre più in alto, introducendo una serie di servizi legati al brand.

E, con questa applicazione, sembra proprio che Facebook abbia toccato il cielo con un dito.