google foto
L’icona di Google Foto su uno smartphone

L’applicazione di Google Foto per Android si è finalmente rimessa in pari con la versione iOS. La funzione dell’editing non distruttivo è arrivata anche sul robottino verde ed è pronta a semplificare la modifica delle immagini. Adesso, infatti, gli utenti noteranno un netto miglioramento durante la correzione e la personalizzazione delle foto.

Il funzionamento prima dell’update

Prima che arrivasse l’aggiornamento, le operazioni di editing sull’app potevano risultare abbastanza tediose. Fino a ieri, infatti, Google Foto creava una nuova versione dell’immagine ogni volta che si cliccava sul tasto “Salva”. In questo modo si rischiava di avere moltissime copie della stessa fotografia quasi interamente uguali. I salvataggi multipli, infatti, si differenziavano spesso soltanto per dei piccoli cambiamenti. Gli utenti, inoltre, non potevano modificare una foto già salvata. Tornare indietro e ritoccare l’editing non era possibile: un cambiamento aggiuntivo avrebbe semplicemente creato un’altra versione editata della foto.

I miglioramenti apportati dall’aggiornamento

Adesso, invece, le funzioni di editing su Google Foto garantiscono molta più libertà agli utenti. L’applicazione continuerà a salvare ogni singola modifica dell’immagine, ma vi permetterà di tornare indietro in qualsiasi momento. Grazie all’update, quindi, sarà possibile rimuovere o ritoccare tutti gli elementi senza causare alcun danno. Le modifiche riguarderanno soltanto l’area o l’impostazione selezionata e non coinvolgeranno l’intera foto. Va ricordato, però, che l’applicazione di Google non è nata solo ed esclusivamente per l’editing. L’aggiornamento è sicuramente utile per chi lo usa in modo sporadico, ma non può soddisfare al cento per cento i bisogni di un appassionato. Per questi sono disponibili altre app come Darkroom, Snapseed e VSCO Cam.