eclissi solare
Eclissi solare 9 marzo

Sarà la prima eclissi solare del 2016 quella che avrà luogo il prossimo 8 marzo. L’unico inconveniente è che non potremo ammirarla da noi, poiché non visibile in Europa ma esclusivamente nel sud-est asiatico e i Australia.

Un’eclissi solare si verifica quando il Sole e la Luna si “incontrano” nel cielo diurno. E, in questa occasione, a beneficiarne saranno quanti si troveranno in Indonesia, da dove l’evento sarà osservabile in tutta la sua interezza e spettacolarità.

L’intero fenomeno avrà una breve durata: qualche minuto, l’essenziale affinchè il nostro satellite blocchi la vista di chi osserva il disco solare. In totale, un massimo di 4 minuti e 9 secondi sopra l’Oceano Pacifico. Mentre, nel continente australiano settentrionale ed occidentale, l’evento sarà solo parziale. Quindi, solo uno spicchio di Sole sarà oscurato dal passaggio “indiscreto” della Luna.

Come osservare un’eclissi solare

Come sempre, durante questi fenomeni astronomici, è bene stare prudenti. È molto importante, infatti, prendere tutte le precauzioni del caso per evitare in particolar modo danni irreversibili alla vista. Nel corso di un’eclissi, la luce emessa tende a cambiare. Questo accade quando gran parte della superficie solare viene coperta.

Pertanto, per beneficiare di una visuale ottimale ma senza correre rischi, è bene “proiettare” l’immagine del Sole su un’altra superficie. Nel far ciò, è consigliabile procurasi un bicchiere di plastica o cartone e applicarvi un banale foro. Rivolgendo le spalle al Sole, quindi, la luce filtrerà proprio attraverso il foro. L’immagine verrà automaticamente proiettata sulla superficie piana che si sceglierà come “schermo”.

Un occhio agli asteroidi

Il mese di marzo non sarà contrassegnato solo dall’eclissi solare. In occasione dell’equinozio di primavera, infatti, una miriade di asteroidi sfioreranno il nostro pianeta. Come ogni volta, in questi casi, la paura è in agguato. Ma gli esperti assicurano che non c’è nulla da temere. Fenomeni del genere accadono spesso. E non è inconsueto che bolidi del genere si proiettino verso la nostra atmosfera dando luogo a scie luminose. Altri momenti spettacolari, dunque, assolutamente da non perdere.