Facebook
Facebook Messenger integra Spotify

Facebook, dopo l’introduzione della funzione di “Live” e la relativa possibilità di streaming di eventi in diretta, è pronta ad introdurre un’importante nuova funzionalità che permetterà di riprodurre un brano musicale di Spotify direttamente dal suo applicativo Messenger, per iOS e Android. 

Solo lo scorso anno il social network aveva smentito le voci che lo vedevano volersi lanciare nel settore dello streaming. Così è stato, infatti. La concorrenza dei vari Spotify, Deezer o Google Play Music è troppo agguerrita per poterla fronteggiare e pertanto la società ha deciso di instaurare una collaborazione con la piattaforma di streaming musicale più importante presente sul mercato: Spotify.

Come usufruire della nuova funzione

Facebook, dunque, nel corso di questa o la prossima settimana, integrerà nel suo applicativo Messenger lo streaming musicale di Spotify. Gli utenti potranno ora, scaricando l’aggiornamento, inviare una canzone o una playlist direttamente dall’app di messaggistica istantanea, andando a cercare il logo di Spotify all’interno del menù.

Cliccando sul logo del servizio di streaming musicale, l’utente verrà immediatamente reindirizzato all’applicazione di Spotify per la ricerca del brano da condividere ed il destinatario non dovrà fare altro che cliccare su “play” per ascoltarlo.

Per il momento, però, questa funzionalità resta abbastanza limitata. Non è possibile, infatti, ascoltare la musica condivisa direttamente da Messenger, in quanto si viene reindirizzati obbligatoriamente su Spotify.

Leggi anche:  Facebook, le critiche non si fermano e ne arrivano delle nuove da un altro ex manager

I motivi della collaborazione

Facebook potrebbe aver deciso di intraprendere la collaborazione con Spotify al fine di sollecitare e soprattutto fidelizzare sempre più i suoi circa 800 milioni di utenti attivi ogni mese.

Con lo stesso obiettivo, il social network si era già associato ad Uber, lo scorso dicembre. Inoltre, solo lo scorso mese si era parlato di una possibile introduzione di pubblicità nell’applicativo. La politica dell’azienda sembra, dunque, chiaramente rivolta ad aumentare i propri introiti, rendendo Messenger un’applicazione centrale e di fondamentale importanza per i suoi utenti.

Spotify, dal canto suo, vedrà sicuramente aumentare il numero dei suoi abbonati, incentivati da una più facile integrazione con uno dei programmi di messaggistica istantanea più diffusi. La piattaforma sembra destinata ad abbattere il record di 20 milioni di abbonati paganti della scorsa estate e 75 milioni di utenti totali.

Una bella collaborazione tra le due società, che lascia ben sperare gli utenti ed i sostenitori di entrambi gli applicativi. Restate connessi su Tecnoandroid.it per scoprire altre eventuali novità.