gmailify

Gmailify, Google permette l’utilizzo del suo client e-mail anche a chi non possiede un indirizzo targato Gmail.

Big G ha sicuramente intenzione di dominare anche il mercato dei servizi. L’indirizzo Gmail consente all’utente di accedere a una moltitudine di servizi, in sostanza tutti quelli che Google inserisce all’interno della maggior parte degli smartphone Android.

A sorpresa tuttavia, l’azienda ha deciso di integrare una nuova funzionalità all’interno della sua celeberrima applicazione per gestire le e-mail. Gmailify è la nuova feature, che consente di utilizzare l’applicativo anche con indirizzi che non sono stati registrati sul portale di Google.

Per poter sfruttare la nuova caratteristica sarà sufficiente aggiungere il proprio account, non Gmail, direttamente dall’applicazione oppure tramite Web. Purtroppo, al momento gli unici indirizzi che possono essere collegati sono quelli di Yahoo, Outlook e Hotmail. Inoltre il servizio è disponibile unicamente per androide oppure via Web.

Tuttavia pare un situazione solo temporanea perché Google ha intenzione di espandere il servizio anche ad iOS ed altri provider di posta elettronica.

Leggi anche:  Netflix in regalo con il nuovo Chromebook di Google

Gmailify connette a Gmail anche gli indirizzi e-mail di altri provider di servizi

Le motivazioni, dietro l’apparentemente bizzarra scelta di Big G, possono essere diverse. Ad esempio, Google potrebbe essere interessato unicamente a far conoscere conoscere i vantaggi della sua piattaforma per la gestione della posta elettronica e – di conseguenza – attirare anche gli utenti più restii.

Diversamente, il gigante delle ricerche potrebbe avere mire più profonde di quello che sembra. Permettere l’utilizzo di account non Gmail, tramite l’applicativo ufficiale di Google, potrebbe offrire all’azienda molte più informazioni di quelle alle quali l’azienda ha accesso attualmente.

Non c’è traccia di benevolenza quindi, da parte del gigante delle ricerche, nei confronti né degli utenti né della concorrenza. L’azienda è interessata unicamente ad espandere ulteriormente il suo potere, toccando un settore così vasto come quello dei provider di