Asus
Asus presenterà ZenFone 3 durante il Computex 2016.

L’attesa per il nuovo terminale Asus non è ancora terminata. ZenFone 3 potrebbe essere presentato al pubblico in occasione del Computex 2016, che si terrà a Taipei dal 31 maggio al 4 giugno. Chi vuole scoprire il nuovo phablet top di gamma del marchio asiatico dovrà quindi aspettare ancora per qualche mese.

Il percorso di avvicinamento alla presentazione ufficiale di Asus ZenFone 3 è lungo e travagliato. Si diceva che il phablet potesse essere annunciato al pubblico nello scorso mese di gennaio, in occasione del CES di Las Vegas. Il lieto evento è stato annullato a causa di problemi tecnici ed economici e procrastinato fino a data da destinarsi. Ma l’arrivo della terza generazione della serie di punta del brand di Taiwan sembra davvero ad un passo.

Ciò che si sa è che Asus è un’azienda in grande ascesa anche nel settore degli smartphone, oltre che tra i notebook e i personal computer. Si stima che nel corso del 2016 la marca possa vendere 25 milioni di dispositivi mobili, ben 5 milioni in più rispetto allo scorso anno.

Leggi anche:  Asus ZenFone 3 Max ad un prezzo irrinunciabile su Amazon Italia

Tutto ciò che si sa su Asus ZenFone 3

Con il passare dei mesi, sono trapelati diversi particolari su Asus ZenFone 3. Ecco tutti i dettagli che hanno a che fare con la scheda tecnica del nuovo flagship del marchio di Taiwan, anche se non mancano i dubbi sulla loro veridicità.

  • Display da 5,9 pollici con risoluzione da 720 pixel
  • 3 GB di RAM
  • Connettività USB Type-C
  • Sensore per il riconoscimento tramite le impronte digitali

Le altre sorprese di Asus al Computex 2016

Difficilmente Asus mostrerà qualcosa di interessante durante l’imminente Mobile World Congress di Barcellona. Le sorprese si concentreranno durante il Computex 2016 di Taipei. Oltre a ZenFone 3, si parla di un nuovo visore per la realtà virtuale e di altre soluzioni riguardanti il settore della robotica. Inoltre, secondo quanto affermato dal CEO Jerry Chen, la società si focalizzerà su pochi dispositivi e non lancerà numerosi modelli come nel 2015.