Vaio
Vaio cerca nuovi partner per rilanciare il mercato dei PC.

Vaio, l’ex divisione di Sony, tenta la definitiva espansione. Il nuovo marchio giapponese pensa ad una fusione con due autentici colossi dell’elettronica come Toshiba Fujitsu. L’obiettivo è creare un’azienda faraonica, capace di competere con i leader del settore.

Un tempo faceva parte di Sony, ma circa due anni fa si è messa in proprio a causa della decisione dell’azienda madre di venderla. Oggi Vaio vuole rilanciare il mercato dei personal computer, in netta flessione nel corso degli ultimi mesi a causa della presenza dei notebook e dei tablet. L’obiettivo è quello di costituire una nuova realtà che si possa poggiare su fondamenta forti e durature.

I termini della possibile fusione tra Vaio, Toshiba e Fujitsu

Vaio avrebbe così la chiara intenzione di unire il suo nome a quelli di altri due marchi giapponesi che hanno sentito la crisi dei PC, Toshiba Fujitsu. Secondo quanto riportato dal giornale online Bloomberg, il CEO dell’azienda Hidemi Moue auspica un accordo con le altre due società entro il prossimo mese di marzo. Lo scopo è davvero ardito: realizzare un’holding di assoluto livello, capace di dare fastidio alle concorrenti LenovoHP Dell.

Leggi anche:  Toshiba: smartphone sempre più veloci grazie alle nuove memorie UFS 2.1

La probabile fusione coinvolgerebbe soltanto il comparto dei personal computer, anche perché Toshiba e Fujitsu vorrebbero mantenere intatte le proprie esigenze commerciali negli altri ambiti. Le tre aziende potrebbero condividere le risorse e risparmiare sui costi di produzione, fronteggiando le vendite al ribasso dei personal computer.

La nuova società che unirebbe VaioToshiba Fujitsu raccoglierebbe circa un terzo della produzione di PC in Giappone, con l’obiettivo di espandersi anche nel resto del mondo. Non a caso, la seconda e la terza azienda quotate in borsa hanno fatto segnare evidenti segni positivi nella giornata di oggi. La fusione diventerà realtà di qui a poco?