Chromer
Chromer integra un browser in ogni app presente sul dispositivo.

L’app Chromer si aggiorna, introducendo le nuove bolle flottanti, per passare da un link all’altro, e miglioramenti nella navigazione e nella velocità complessiva.

Tempo fa vi avevamo presentato Chromer, un’applicazione che si sta facendo conoscere dagli utenti Android, ottenendo il loro consenso. Attraverso di essa si ha la possibilità di portare le schede del browser Chrome, all’interno di ogni app, velocizzando in questo modo l’accesso ai link, pubblicati nelle conversazioni di programmi di messaggistica, ma non solo.

Le novità introdotte, portano una nuova esperienza di navigazione

L’app, frutto del singolo sviluppatore Arunkumar, è stata aggiornata alla versione 1.5. Il consistente lavoro svolto porta la nuova funzionalità chiamata webheads che sfrutta le floating bubbles, bolle mobili simili a quelle familiari di Messenger, le quali consentono di raggruppare link precedentemente aperti e lasciati in sospeso, fornendo così la comodità di interrompere la lettura e poterla riprendere in un secondo momento.

Altre interessanti novità riguardano: il cambiamento dinamico del colore della toolbar, che si adatta a quello dell’applicazione che lancia il browser, l’incremento della velocità di navigazione grazie ad Android System Webview, la personalizzazione di condivisione del link, scegliendo l’app da noi preferita e la possibilità di effettuare ricerche direttamente dalla schermata principale.

Chromer, con questo aggiornamento in particolare, dimostra di essere un programma valido, costantemente aggiornato, a cui il suo sviluppatore presta particolare attenzione. Al momento è ancora distante da altre applicazioni concorrenti che mettono a disposizione altre valide funzionalità, come quella di salvare i link e rileggerli offline in seguito. Tuttavia lo sviluppo procede regolare e questo fa ben sperare che l’app possa ancora migliorarsi.