Windows 10

Disponibile dalla fine di luglio dello scorso anno, Windows 10 è attualmente installato su oltre 200 milioni di dispositivi ed il numero è in continua crescita. Con l’introduzione del concetto di Universal App nella nuova versione di Windows, l’ultima versione del sistema operativo targato Microsoft è in funzione sui classici PC, Notebook e Netbook, ma anche su Xbox One e Smartphone.

Se da un lato lo sviluppo e l’adozione della versione mobile procedono a rilento, la distribuzione di Windows 10 in forma totalmente gratuita per i dispositivi con a bordo Windows 7, 8 ed 8.1 ha convinto molti utenti ad effettuare fin da subito l’aggiornamento alla nuova versione. Se questo non dovesse bastare per convincere l’utente, da oggi ci pensa Microsoft a farvi cambiare idea.

Nelle ultime ore l’aggiornamento a Windows 10 è stato catalogato da opzionale a raccomandato. Cosa significa? Durante il download e l’installazione degli aggiornamenti del vostro sistema con a bordo Windows 7, 8 o 8.1, a seconda delle impostazioni di Windows Update, potrebbe avvenire l’installazione dell’ultima versione in modo del tutto automatico.

Leggi anche:  Windows, grave pericolo per tutti, gli utenti sono nel panico

L’utente, dopo l’aggiornamento “accidentale” a Windows 10, avrà trentuno giorni di tempo per decidere se effettuare il downgrade alla precedente versione oppure se continuare ad utilizzare l’ultima versione proposta da Microsoft. Sia durante la procedura di aggiornamento, che durante quella di downgrade, fiel ed applicazioni dell’utente verranno mantenute.

Un’ottima mossa per convincere gli utenti più diffidenti, permettendo loro di provare tutte le novità introdotte da Windows 10. In ogni caso, se non volete proprio effettuare l’update e volete evitare perdite di tempo per via dell’installazione automatica dell’aggiornamento, basterà andare nelle impostazioni di Windows Update e disattivare il download e l’installazione automatica degli aggiornamenti.

In questo modo sarà l’utente finale a scegliere quali aggiornamenti installare e quali no. Magari lasciando stare Windows 10 ancora per un po’.