Microsoft Cortana
Microsoft Cortana

Oggi Microsoft ha annunciato un aggiornamento per il suo applicativo di assistenza personale Cortana, che presto arriverà su Windows 10. Il nuovo upgrade aiuterà l’utente a gestire meglio il suo tempo attraverso la ricerca di eventuali impegni assunti da parte dell’applicativo nel calendario e nelle mail, che verranno ricordati attraverso suoni di allarme.

Microsoft Cortana, funzionalità di assistenza all’utente introdotta con Windows 10, diviene sempre più intelligente. Dopo l’introduzione della possibilità di inviare sms da pc, il programma a breve potrà ricordare, con una semplice scansione, gli appuntamenti presi tramite email o calendario.

Google Now, Siri e Cortana si sono imposti da tempo come i più diffusi assistenti personali virtuali ed ora cercano di superarsi ogni giorno a vicenda. Google è stato il primo a prelevare delle fatture dalle mail per ricordare all’utente di doverle pagare, precompilare l’agenda grazie agli appuntamenti assunti, o riservare i biglietti aerei, del treno, ecc. Ed è proprio vista l’agguerrita concorrenza che Microsoft ha deciso di introdurre la nuova importante funzionalità.

Una collaborazione con Microsoft Research

La nuova funzione di promemoria permetterà di ricordare il susseguirsi dei impegni assunti, come in una vera e propria “lista della spesa”. L’aggiornamento è stato frutto della collaborazione con Microsoft Research, spiega “Gabe Aul”sul suo blog: “Le persone spesso fanno promesse tramite email, ma possono dimenticarsene facilmente, man mano che i giorni passano e le mail si accumulano. Microsoft Research sta perseguendo un’idea intrigante e potente circa questa sfida- il riconoscimento automatico quando si prende un impegno tramite mail ed il ricordo di tale impegno“.

Se scambiate delle mail con i vostri amici per organizzare una festa il sabato sera e vi impegnate a portare delle pizze, Cortana vi ricorderà il da farsi, in modo da non rovinare la serata. Occorre semplicemente che lo scambio di email e la formulazione nelle frasi siano sufficientemente precise, affinché l’assistente comprenda il luogo, la data e l’oggetto del promemoria da creare.

Per il momento, la nuova funzione è disponibile esclusivamente per gli utenti americani nella versione anglofona dell’app, ma sicuramente verrà estesa ad altri Paesi non appena i motori di analisi linguistica verranno affinati.