Apple
Apple ammette il bug di iPhone 6S.

Apple ammette ufficialmente che iPhone 6S è afflitto da un fastidioso bug, relativo alla gestione della batteria.

Poco tempo dopo l’uscita sul mercato dell’ultimo top di gamma del gigante di Cupertino, molti utenti hanno iniziato a lamentare un problema parecchio fastidioso dello smartphone.

Il primo possessore di iPhone 6S Plus scrisse immediatamente ad Apple, denunciando l’accaduto, non appena se ne accorse. La segnalazione in percentuale della carica residua del suo smartphone rimaneva fissa a 87%. Anche dopo una giornata di utilizzo o due ore di ricarica, la percentuale segnata era sempre la medesima.

Il problema era stato denunciato lo scorso 28 settembre. Tuttavia, il gigante della mela morsicata lo ha riconosciuto e reso noto solo nelle ultime ore.

Apple iPhone 6S, il bug può essere procurato dalla regolazione manuale dell’orologio

Apple, tramite un comunicato stampa, ha ufficializzato l’esistenza del problema. Inoltre, ha fatto sapere ai suoi utenti che la causa scatenante, che porterebbe all’evidenziarsi del bug, è la regolazione manuale dell’orologio. Anche il cambio di fuso orario può essere “colpevole” dell’instabilità dello smartphone.

Leggi anche:  iOS 11 supera ufficialmente iOS 10, è presente sul 47.3% dei dispositivi

Leggi la recensione completa di iPhone 6S Plus

Al momento, nonostante l’azienda sia a lavoro per risolvere il problema, pare non ci siano soluzioni in merito. Pertanto, l’unica possibile scelta, quando il bug si evidenzia, è quella di riavviare il dispositivo.

Probabilmente il malfunzionamento della gestione della batteria sarà risolto con l’aggiornamento ufficiale di iOS (versione 9.3). Nulla di certo, né di ufficiale, per il momento.