samsung apple
Samsung ed Apple non dominano più il mercato degli smartphone.

Samsung ed Apple non dominano più il mercato, lo dimostrano i dati di vendita dell’anno appena passato. La situazione potrà solo peggiorare per i due giganti degli smartphone.

Da quando gli smartphone sono stati inventati, la maggior parte delle vendite sono state sempre assorbite da Samsung ed Apple. Gli amanti Android preferivano il gigante coreano mentre gli utenti iOS non hanno mai avuto grande scelta, iPhone rimane l’unica possibilità.

Negli ultimi anni le cose hanno iniziato gradatamente a cambiare. Nuovi produttori hanno iniziato in sordina a concepire smartphone low cost dalle caratteristiche molto interessanti. La crescita di queste nuove realtà è stata talmente rapida da segnare cambiamenti importanti nel giro di pochissimo tempo.

Secondo il gigante delle ricerche di mercato, IDC, la situazione per Samsung ed Apple, a riguardo delle vendite di smartphone, è critica e potrà solo peggiorare.

Samsung ed Apple temono l’avanzata di Huawei e Xiaomi nel mercato

Il mercato degli smartphone, nel 2015 ha avuto un aumento di vendite del 9,8%, a dispetto del 20% medio guadagnato negli scorsi anni. La stagnazione è, di base, generale. Tuttavia, questa riduzione non riguarda tutti i produttori, bensì i principali.

Samsung, ad esempio, ha venduto solo 85 milioni di smartphone nell’ultimo trimestre dell’anno. Un risultato identico a quello del periodo precedente, nessun aumento. Del resto, non è stato un periodo molto positivo per il gigante coreano, che di base deve lavorare sulla sua strategia di produzione e vendita. A prescindere dal pericolo costituito dalla concorrenza.

Apple non è da meno. Dopo il boom di vendite di iPhone 6, i risultati della seconda metà dell’anno hanno registrato un calo importante. iPhone 6S non ha attirato gli utenti come il predecessore, l’esclusività del gigante della mela morsicata sta diventando sempre meno influente per i potenziali clienti.

Diversamente, altri produttori stanno aumentando vertiginosamente le loro vendite. Huawei, ad esempio, nel 2015 ha venduto 108 milioni di smartphone. Un aumento impressionante, considerando che in passato il numero di device venduti non superava i 3 milioni.

Huawei, tuttavia, non è l’unico mercato produttore ad aver raggiunto risultati notevoli. Anche Xiaomi sta crescendo molto, nel 2015 l’azienda cinese ha venduto 80 milioni di smartphone, contro i 61 del 2014. Gli utenti conoscono la marca e l’apprezzano per l’incredibile rapporto qualità/prezzo.

Le previsioni future mostrano che la crescita delle vendite nel mercato degli smartphone è destinata a diminuire sempre di più, sino ad arrivare al 4,9% nel 2019.