parrot disco

Parrot ha creato un drone unico in grado di volare per 45 minuti con una singola carica e raggiungere una velocità massima di circa 50 miglia l’ora. DISCO, questo il nome del nuovo drone, è stato presentato in occasione del CES 2016 di Las Vegas, il grande evento di tecnologia che si è tenuto la scorsa settimana.

Si prevede saranno circa 2,9 milioni i droni che potremmo vedere quest’anno volare sulle nostre teste. Un vero e proprio boom di vendite segnalato dalla stima eseguita dal Consumer Technology Association. Le previsioni indicano che i droni civili potrebbero fruttare alcuni miliardi di dollari in pochi anni. E lo stand di Parrot all’evento internazionale di tecnologia è stato uno dei più battuti dai visitatori e un modello per diverse aziende di settore.

DISCO, dunque, è un drone con una sola ala, dotato di unico motore posteriore ad elica. Può volare in completa autonomia o seguire istruzioni segnalate da terra tramite un app. Il drone può decollare e atterrare da solo, utilizzando il proprio pilota automatico. Utilizzando lo Skycontroller Parrot, è possibile ottenere una visuale in prima persona di tutto quel che in quel momento sta vedendo e sorvolando direttamente sullo schermo del proprio tablet. Non è necessario alcun addestramento per pilotarlo.

Inoltre, ha una portata wireless di ben 2 chilometri. Se va al di fuori di tale intervallo, è abbastanza intelligente da tornare da solo. Ma le sorprese non finiscono qui. È dotato, infatti, di un sistema di navigazione che permette di tornare alla posizione in cui si trova il pilota. E, al suo ritorno, può atterrare in modo lineare o circolare su un qualsiasi sito di atterraggio.

Per pilotare il drone è possibile controllare semplicemente la sua direzione e assisterlo affinché mantenga stabile il velivolo. Il sensore ad ultrasuoni e la sua telecamera aiutano a mantenere stabile DISCO, il quale possiede anche un rilevatore di velocità. La fotocamera è in grado di scattare immagini da 14 megapixel o di registrare video ad alta definizione, oltre a visualizzarlo in streaming da un altro dispositivo. Un video da 1080p è visualizzabile su display anche indossando gli occhiali 3D: il che renderà l’esperienza di volo molto simile alla realtà. Parrot utilizza un proprio processore per alimentare sia il drone che la sua fotocamera.

Sebbene DISCO sia di discrete dimensioni, è sorprendentemente leggero con i suoi 1,5 chili. “Volevamo fosse in grado di volare a lungo, fino a 45 minuti, ed è per questo che ci servivano grandi ali“, ha spiegato detto Frederick Pirat, uno dei designers del drone.

Parrot DISCO debutterà quest’anno, ma il prezzo non è stato ancora reso noto.