smartphone

Quali sono i migliori dispositivi, smartphone e phablet, del 2015? Ormai è iniziato il 2016 e le novità che ci aspettano sono tante, si inizia già tra pochi giorni con il CES di Las Vegas per poi arrivare a Barcellona a febbraio.

Il mercato sarà invaso da tanti nuovi device e quelli attualmente in vendita non solo sono ancora prodotti validi, ma subiranno anche delle riduzioni sul prezzo che li faranno diventare ancora più appetibili. Vediamo quali sono i migliori dispositivi del 2015.

La scelta è molto vasta sia per tipologia che per prezzo per cui mi limiterò ai top di gamma, magari con qualche eccezione.

Samsung Galaxy Note 5

Samsung ha adottato una strana politica per la quinta generazione del suo famoso phablet. Rumors dicono che il Note 5 non è arrivato in Europa, e di conseguenza nemmeno in Italia, per non contrastare le vendite del Galaxy S6 Edge Plus. Quali che siano i motivi il Note 5 è sicuramente il dispositivo migliore del 2015. I pregi sono tanti dall’incredibile display, alla spettacolare fotocamera (la migliore provata fino ad oggi). L’unica pecca al momento è il prezzo davvero molto alto. Si può trovare facilmente in rete quindi lo si può acquistare anche in Italia anche se non in modo “ufficiale”. Il Galaxy Note 5 è il migliore device del 2015.

Asus Zenfone 2

Asus con lo Zenfone 2 ha fatto davvero un ottimo lavoro. Un top di gamma a prezzo più che aggressivo, in grado di competere con dispositivi che costano diverse centinaia di euro in più. Ci sono diversi modelli con le medesime caratteristiche e con nomi diversi in cui è possibile trovare una determinata specifica al top. Un esempio per tutti è lo Zenfone Selfie che ha una fotocamera anteriore da 13MP con doppio flash. Con i costanti aggiornamenti sono migliorati alcuni aspetti dello Zenfone 2, come quelli riguardanti gli scatti in notturna.

LG G4

LG ha decisamente fatto un salto di qualità con i proprio device a partire dal G2 in poi. Il G4 ha dalla sua un display dello stesso livello del Note 5 e molte funzioni (per l’utilizzo ad una mano per esempio) che hanno migliorato l’esperienza utente. Anche la durata della batteria è uno degli aspetti positivi di questo device senza dimenticare fotocamera e prezzo.

Huawei Mate S

Huawei è cresciuta in modo incredibile in questi anni e grazie ai suoi prodotti dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Il Mate S pecca di una batteria con una capacità probabilmente troppo piccola per un phablet seppure con un display FullHD e non di risoluzione superiore come i concorrenti.

Motorola X Play/Style

Motorola è sempre Motorola. Ottimo rapporto qualità/prezzo, ottimi materiali, possibilità di personalizzazione, un device che si può definire a tutti gli effetti anche un telefono per la qualità in chiamata e in ultimo una interfaccia in cui la personalizzazione è minima e quel minimo è ben fatto.

OnePlus X

OnePlus ha presentato quest’anno il suo terzo dispositivo. Dopo due top di gamma è toccato ad un mid range che ha tutte le carte in regola per essere definito uno dei migliori acquisti da poter fare. Dopo aver provato anche il OnePlus 2 non c’è dubbio che preferisco il OnePlus X, attenzione però a dove e come lo poggiate perché scivola da far paura, anche peggio di iPhone, a causa della presenza del vetro anche nella parte posteriore.

Samsung Galaxy S6

Presentato a Barcellona, al MWC 2015, insieme alla variante Edge è di sicuro un ottimo acquisto vista la riduzione del prezzo subita che scenderà ancora dopo la presentazione del Galaxy S7. La vera pecca del dispositivo è la batteria e la scelta dell’azienda sudcoreana di non utilizzare più l’espansione della memoria.

Huawei P8

Ancora un dispositivo Huawei, il P8. Dotato di una fotocamera di alta qualità e con diverse funzioni di registrazione dei video che la rendo davvero particolare. Buona la durata della batteria e il display, se poi a questo aggiungiamo un prezzo di poco superiore i 300€ (in rete) ne fanno un ottimo acquisto oltre che un ottimo device.

Gli esclusi

Sono molti i device esclusi da questa classifica del tutto personale. I motivi sono diversi: uno perché sarebbe impossibile elencare migliaia e migliaia di device; due perché questi sono quelli che ritengo i migliori acquisti; terzo perché molti top di gamma come HTC One M9, OnePlus 2, LG G Flex 2, la serie di Xperia Z5 sono dei veri flop che non consiglierei al mio peggior nemico.

Tra questi non possiamo dimenticare lo Stonex One. Progetto italiano che ha portato sul mercato un phablet ancora work in progress. Una scelta dell’azienda italiana Stonex davvero discutibile come del resto lo è stata la campagna marketing scimmiottata tra i diversi produttori cinesi e non. Lo si può definire senza dubbio il flop del 2015.

Ovviamente non esiste solo Android. I nuovi Lumia di Microsoft, il 950 e il 950 XL, hanno un po’ deluso le aspettative. A dispetto di prezzi elevati presentano molte lacune e tra queste, oltre ai materiali, quella che dovrebbe essere l’aspetto più importante per cui si è sempre distinta Nokia (che non è più parte del progetto Lumia), la fotocamera.

Poi ci sono gli iPhone con il 6S e il 6S Plus. Migliorati, non molto come tipico di Apple altrimenti i ricavi sarebbero troppo miseri, ma non ancora ai livelli di utilizzo di Android. Ancora troppo chiusi e troppo costosi, ma a Cupertino la tendenza sembra stia lentamente cambiando per adattarsi alle esigenze di mercato.