galaxy s7

Samsung nei suoi laboratori al lavoro per la produzione del Galaxy S7 che verrà presentato con tutta probabilità al MWC 2016 a Barcellona. Uno smartphone davvero incredibile che potrà contare sulla scansione della retina e sul Clear Force.

Samsung avrebbe già in programma di produrre inizialmente ben 5 milioni di unità di Galaxy S7 suddivise in 3,3 milioni per la versione standard e 1,6 milioni per quella Edge. Proprio da questo si deduce che il nuovo smartphone verrà prodotto nelle due versioni una con display da 5,2 pollici con schermo piatto e l’Edge da 5,5′ con schermo curvo.

Le novità che verranno introdotte nel Galaxy S7 saranno davvero moltissimi a partire da vari sensori verranno inserite all’interno di esso. Con tutta probabilità il lettore di impronte digitali verrà sostituito con uno scanner a della retina e quindi verrà eliminato il tasto fisico Home. Si potrebbe pensare anche all’eliminazione dei tratti fisici sui bordi del terminale in favore di quelli touch.

5 milioni di unità di Galaxy S7 con scanner dell’iride

La scansione dell’iride permetterà di sbloccare il terminale semplicemente avvicinandolo ai nostri occhi, infatti, un apposito sensore ad infrarossi sarà in grado di riconoscere tutti i dettagli dell’iride e tramite un software decidere di sbloccare lo stesso. Una novità e potrebbe essere introdotta anche nell’iPhone 7. Attualmente gli unici smartphone che supportano questa soluzione sono Lumia 950XL e 950.

Il processore montato all’interno del Galaxy S7 sarà il SoC Snapdragon 820, che in alcuni mercati prenderà il posto dell’Exynos 8890. Verranno confermati i 4 GB di memoria RAM che saranno in grado di garantire delle ottime prestazioni durante l’esecuzione di qualsiasi applicazione.

Il display sarà in grado di riconoscere i differenti livelli di pressione in modo da interagire con le applicazioni in modo più semplice e funzionale proprio come avviene già su iPhone 6S.

Samsung con questo dispositivo cercherà di rendere la fotocamera meno sporgente cambiando anche il sensore che passerà dai 13 megapixel di risoluzione a 20 con un nuovo sensore realizzato direttamente da Sony.