samsung galaxy s7

Samsung Electronics Co Ltd, principale produttore di smartphone al mondo, prevede un ciclo di produzione iniziale di circa 5 milioni dei suoi futuri Galaxy S7. È quanto riferiscono fonti anonime, ma che rumoreggiano insistentemente negli ultimi giorni, in attesa che il nuovo top di gamma coreano venga presentato.

Ma i rumors continuano e, anzi, rafforzano le attese affermando che Samsung ha in programma di lanciare due versioni diverse del suo nuovo smartphone di punta: una versione a schermo piatto da 5,2 pollici ed un modello da 5,5 pollici, con schermo curvo il cui nome è già ben noto ai più, Galaxy S7 Edge.

Sulla base delle voci – lo ribadiamo, nulla di concreto ancora – il nuovo terminale sarà dotato di chipset Qualcomm, Snapdragon 820. Un’altra indiscrezione, invece, afferma il contrario, ovvero che solo ad aprile si saprà di più a riguardo. In termini di design, i rumors indicano una scocca in lega di magnesio, mentre tra le specifiche tecniche spunta anche una tecnologia simile al 3D Touch. Infine, il dispositivo monterà una doppia fotocamera principale. Ma spetta a TouchWix è rendere raffinato il nuovo dispositivo, fornendo una migliore interfaccia utente.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S8 Active: utenti si lamentano per la resistenza dello schermo

Samsung prevede di produrre inizialmente circa 3,3 milioni di dispositivi a schermo piatto e circa 1,6 milioni della versione a curvo schermo. L’obiettivo, comunque, resta quello di lanciare il telefono nel mese di febbraio. Ma queste sono solo indiscrezioni perché i portavoce di Samsung Electronics rifiutano, per il momento, di commentare la notizia.

Diverse, infatti, le indiscrezioni trapelate al momento, sia per le caratteristiche di cui sarà provvisto sia per quanto riguarda la data effettiva del lancio. Ma tutte convergono sull’arrivo reale entro il primo trimestre del 2016.

Anche per quanto riguarda il prezzo del dispositivo non c’è accordo e, ad ogni buon conto, le fonti ufficiali non fanno menzione. Sembra però che l’azienda punti ad una clientela di fascia alta, perciò il costo potrebbe essere elevato. C’è chi addirittura paventa un 463 dollari non ancora confermato.

Ma staremo a vedere.