android n
Il tablet di Google Pixel C

Pixel C, il primo tablet progettato interamente da Google, porterà tante nuove sorprese nel prossimo aggiornamento di Android. Il team di sviluppatori sta lavorando per incrementare il multi-tasking, la produttività e l’ottimizzazione delle app sul device. Glen Murphy, direttore di Android e Google UX, ha affermato che la modalità split-screen sarà presto integrata nel sistema per migliorare l’esperienza degli utenti.

Dalle dichiarazioni di Murphy sembra proprio che la prossima major release di Android, per ora chiamata semplicemente Android N, conterrà molte sorprese. Due sviluppatori del tablet avevano già annunciato la preparazione del multi-window durante una piccola intervista con gli utenti di Reddit. Adesso, però, verrà integrata anche la possibilità di “tagliare” lo schermo in due per gestire meglio il lavoro. Google si sta davvero impegnando per recuperare le posizioni perdute nei confronti di Apple e Microsoft. I tablet Microsoft, infatti, possono vantare questa funzione già dal 2012, anno in cui Windows 8 venne rilasciato. La Apple, invece, l’ha inclusa quest’anno, mentre Google la presenterà soltanto nell’autunno 2016.
Pixel C, comunque, sembra promettere bene. Grazie alla tastiera fisica full QWERTY può trasformarsi in un piccolo laptop per aumentare ancora di più la produttività e l’efficienza nel lavoro. In questo modo, Google potrà conquistare anche coloro che utilizzano le tecnologie mobile a scopi puramente professionali.

Leggi anche:  Android guarda in casa iPhone: in arrivo il tanto vituperato "Face ID"