Marissa Mayer Yahoo
Marissa Mayer in bilico come il futuro di Yahoo?

Marissa Mayer, amministratore delegato di Yahoo, è in bilico così come lo è il futuro della società di cui è al vertice. Il motivo? Oggi è arrivata la lieta notizia, diramata via Twitter dalla Mayer, riguardante la nascita delle sue due gemelle. Un annuncio arrivato un giorno dopo la notizia secondo cui Yahoo avrebbe abbandonato una componente essenziale del suo piano di rilancio dopo questo ennesimo grande momento di difficoltà.

Il ‘post partum’ di Marissa Mayer

In precedenza, Marissa Mayer ha già dovuto destreggiarsi tra grossi impegni personali e professionali. Ad esempio, quando nel luglio 2012 ha accettato la promozione ad Amministratore Delegato della società ha dato alla luce il figlio pochi mesi più tardi, a settembre per l’esattezza.

Questo aveva sollevato un polverone di polemiche derivate dal fatto che la Mayer decise di utilizzare il periodo della maternità per prendersi cura del neonato figlio.Tuttavia, rispetto al 2012, ora la situazione di Yahoo è molto più complicata. Cosa deciderà di fare Marissa Mayer in questo periodo post partum?

Vista la delicatezza della situazione in cui si trova la società, la Mayer ha detto che prenderà un “permesso limitato” a seguito della nascita delle due gemelline,durante il quale comunque seguirà le vicende societarie dal proprio domicilio.

Mayer nell’occhio del ciclone

Come era già successo con la nascita del figlio nel settembre di tre anni fa, Marissa Mayer si ritrova nuovamente al centro di un accesissimo dibattito. Tra le protagoniste della “disputa” ci sono naturalmente molte donne lavoratrici le quali hanno espresso pareri contrastanti.

Alcune hanno criticato aspramente la decisione dell’amministratore delegato di Yahoo di accollarsi l’incarico societario nonostante i piani personali, incastonando tutta questa situazione nel già difficile contesto in cui Yahoo è venuta a trovarsi in questi ultimi anni.

Molte altre donne, invece, hanno sostenuto la decisione della Mayer. Chissà, invece, qual è il pensiero di azionisti e degli investitori sulla vicenda. Esprimeranno anche loro il proprio parere in merito?