Facebook blocco account

Facebook, per motivi di sicurezza, potrebbe sospendere il vostro account o inibirne alcune azioni. Può accadere, sappiatelo dunque. Senza che voi possiate fare nulla. Se non sentirvi “criminali” per un utilizzo non improprio del vostro account personale.

Insomma, nell’era del social network che avvicina e allontana le persona con un click, può succedere anche questo. Una “finestra” vi appare quando stare per pubblicare sulla vostra bacheca un contenuto, di qualsiasi tipo. Poche righe, ognuna inerente una possibilità:

  • Per motivi di sicurezza, non puoi eseguire questa azione perché il tuo computer potrebbe presentare un virus o un’estensione del browser dannosa.
  • Per maggiori informazioni sui software dannosi, clicca qui.
  • Se ritieni di visualizzare questo messaggio per errore, comunicacelo.

Abbiamo provato a segnalare l’inconveniente almeno tre volte. La risposta alle segnalazioni è stata un laconico silenzio. C’è però una pagina in cui è possibile visualizzare lo stato delle segnalazioni e possibili risposte da parte dello staff inerenti la risoluzione del problema.

Facebook blocco account

Prendendovi lo sfizio di girovagare per il web in cerca di informazioni (che da fonti ufficiali non arrivano), è possibile imbattersi in numerosi forum nei quali diverse persone denunciano lo stesso problema. Le dinamiche, però, cambiano. Alcuni non hanno la possibilità di accesso all’account, altri non possono accettare o inviare richieste d’amicizia; alcuni non possono condividere e/o pubblicare status, ad altri ancora viene richiesto un documento di riconoscimento o il numero di telefono per verificare la reale identità della persona che ha eseguito l’accesso. Qualche voce nel coro afferma che la soluzione all’inconveniente avviene dopo qualche giorno e con tante scuse per il disagio arrecato.

Quanti hanno la possibilità di accesso alla propria bacheca, nei casi più fortunati, potranno provvedere alla condivisioni di alcuni contenuti (video e/o immagini), ma non di altri (status di alcune pagine o gruppi). Nelle FAQ del Centro Assistenza, inoltre, si rassicura l’utente che, nella versione per smartphone e tablet, questa tipologia di problema non è riscontrata. Quindi, c’è la possibilità che sia la versione desktop a creare impedimento.

Ora, è vero che senza Facebook si è vissuto fino a ieri. Ma è anche vero che molti, con il social, ci “lavorano”. Una risposta o una soluzione quanto mai celere, da parte di un social network così importante, viene quasi pretesa. Ad ogni buon conto, basti sapere che se dovesse capitare anche a voi questo inconveniente non siete soli. Ma anzi, siete tra i “fortunati” che Facebook sceglie “random” per eseguire verifiche su possibili condivisioni non idonee, possibilità di infezioni da parte di virus o malware di cui ignorate l’esistenza o, più semplicemente, un’accortezza quasi maniacale del social media più popolare nel verificare che siete voi ad accedere al vostro account. Insomma, Facebook agisce per il “vostro bene”.

In sintesi, la soluzione è l’attesa. Nonostante le numerose segnalazioni.