Samsung Galaxy S7

Samsung Galaxy S7, è ancora lui il protagonista dei rumors di questo ultimo mese dell’anno. Proprio oggi Samsung ha spedito gli inviti per il CES 2016 di Las Vegas, l’S7 sarà un protagonista?

Una cosa sola è certa per il momento, Samsung sarà presente al CES 2016 di Las Vegas, gli inviti indicano il 5 gennaio come data fissata per il keynote che avrà una durata di 45 minuti. Una presentazione lunga che potrebbe far presagire l’arrivo del flagship in quell’occasione anticipando il consueto appuntamento di Barcellona di febbraio, quest’anno si terrà tra il 22 e il 25, per la precisione.

A prescindere da quale sia la reale data di presentazione del Galaxy S7, le notizie che lo riguardano si fanno sempre più insistenti e presenti in rete. Questo, in genere, succede quando la presentazione è molto vicina anche se è solo un’idea legata a quanto avvenuto in passato che potrebbe essere presto smentita.

A parte la data, la notizia del giorno riguarda il tipo di raffreddamento del system on the chip che a quanto pare sarà a liquido come sui nuovi Lumia 950. Ormai è chiaro che saranno due i processori presenti sul Galaxy S7 (non è una novità per Samsung), quello prodotto in casa l’Exynos 8890 e lo Snapdragon 820 prodotto da Qualcomm.

Lo scorso anno ha meravigliato la scelta del colosso sudcoreano di non montare lo Snapdragon 810 sul proprio top di gamma, scelta che poi si è rivelata più che giusta. Quest’anno, invece, la presenza del nuovo SoC di Qualcomm è dato per certo e sembra che il nuovo processore prometta cose eccezionali. Viene, però, spontaneo domandarsi se la scelta di adottare il raffreddamento a liquido non sia proprio dovuta ad un eccessivo riscaldamento del processore.

Le prestazioni del Galaxy S7 sono già state mostrate grazie ad un benchmark su Geekbench, ma in quali condizioni è stato fatto? Sono state fatte più prove per verificare se si ha un riscaldamento eccessivo? Non ci è dato saperlo e, forse, è anche troppo presto per questo tipo di congetture, ma è un argomento su cui porre l’attenzione.

Si era parlato, poi, del ritorno della microSD che invece non tornerà sul flagship di Samsung. Il design rimarrà molto simile a quello del Galaxy S6 così come i materiali con il vetro anche nella parte posteriore del device. Sembra certa la presenza della USB Type C, mentre ciò di cui ancora non si sa nulla è il prezzo che con molta probabilità si manterrà in linea con quello dell’S6.