super-brillamento
Come si presenta il super-brillamento

Dopo ciò che è successo alla stella binaria KIC9655129, gli scienziati temono una simile reazione anche per il sole. Il super-brillamento, infatti, è un fenomeno estremamente potente, capace di creare grossi danni ad internet e all’elettricità. Uno studio dell’Università di Warwick, in Gran Bretagna, sostiene che potremmo assistere a super-brillamenti mille volte più forti rispetto a quelli registrati finora.

La stella KIC9655129, che produce questo fenomeno a cadenze regolari, è molto simile al sole. Questa scoperta, quindi, fa pensare che anche la nostra stella potrebbe generare una reazione simile, se non più potente. Secondo gli scienziati, infatti, in questo caso verrebbe rilasciata la stessa energia scatenata da 100 milioni di bombe atomiche. Un super-brillamento così vicino a noi, quindi, causerebbe dei danni gravissimi alle connessioni a Internet e all’elettricità. Dei grandi black-out si verificherebbero in tutto il mondo, risultando in seri problemi per aziende, ospedali e trasporti pubblici. Una volta esaurite le riserve, infatti, si potrebbero perdere vite umane a causa del mancato funzionamento dei macchinari o degli incidenti provocati da treni, tram e veicoli elettrici. La perdita per le aziende, poi, sarebbe salatissima sia in termini di tempo che di apparecchiature.
Chloë Pugh, coordinatrice dello studio inglese, ha affermato che “Se il sole producesse un super-brillamento sarebbe un vero disastro per la vita sulla Terra; i GPS e le comunicazioni radiofoniche potrebbero essere severamente danneggiati e potrebbero verificarsi grandi black-out su larga scala per via delle potenti correnti elettriche che si insinuerebbero nelle nostre reti. Fortunatamente, basandoci sulla precedente attività del sole, è molto difficile che si verifichino le condizioni necessarie per un super-brillamento.”