Adobe chiede agli sviluppatori di non utilizzare più Flash per creare contenuti multimediali.

L’uso di Flash per animazioni e giochi, soprattutto sul Web, è diminuito sempre di più negli anni per diversi problemi legati principalmente alla sicurezza. I contenuti realizzati con il famoso software di grafica costituiscono spesso una porta aperta ai malintenzionati oltre ad essere molto pesanti e dunque lenti da visualizzare ed utilizzare.

Smartphone e tablet sono stati i primi a bandire la compatibilità con Flash anche se negli anni sono stati sviluppati diversi tool per iOS ed Android che hanno consentito di continuare a visualizzare i contenuti in questo formato. Adesso è direttamente Adobe che spinge gli sviluppatori ad abbandonare l’uso del suo software di sviluppo grafico, piuttosto consiglia di passare agli standard HTML5. Del resto, Flash Professional CC supporta già da diverso tempo lo sviluppo in HTML5 e dal prossimo anno cambierà nome in Animate CC.

Flash, Adobe promette il supporto e la compatibilità per i vecchi contenuti

Adobe ha garantito che, sebbene lo sviluppo in Flash dovrà terminare quanto prima, il supporto ai contenuti precedentemente creati ci sarà ancora. Sarà premura dell’azienda mantenere accordi con Microsoft e Google al fine di non avere problemi. Inoltre, Facebook continuerà ad utilizzare Flash per i suoi giochi. Intanto, la promozione della sostituzione dello storico software di creazione grafica continuerà sino a che i nuovi standard non saranno universalmente diffusi.