Samsung Galaxy S7

Il Samsung Galaxy S7 è sempre più vicino alla presentazione e i rumors sul unovo flagship dell’azienda sudcoreana si fanno sempre più insistenti, facciamo il riepilogo di quanto si sa finora sul nuovo device.

Come accade con i top di gamma dell’azienda anche per il nuovo Galaxy S7 non si contano le voci che girano per la rete. Spesso, molto spesso, si tratta più di semplici voci che probabilmente vengono messe in giro dai diretti interessati per aumentare l’hype nei confronti del nuovo nato.

La presentazione

Samsung ha sempre seguito uno standard per la presentazione dei suoi top di gamma, a Barcellona (a febbraio) la serie Galaxy S e a Berlino (a settembre) la serie Galaxy Note. Con il Galaxy S6 prima e con il Note dopo, la storia è cambiata e la presentazione è stata anticipata, alcune voci affermano che lo stesso avverrà con il Galaxy S7. Dunque non fine febbraio a Barcellona, ma prima, forse.

L’estetica

L’estetica riprenderà quella dell’S6 nella sola versione flat con display da 5,2 pollici. Dovrebbe arrivare anche una versione Edge da 5,7 pollici. In entrambi i casi il display dovrebbe avere una risoluzione QHD anche se si è ipotizzato l’arrivo della risoluzione 4k. Il frame sarà in lega di magnesio che garantisce leggerezza e robustezza.

L’hardware

Anche qui nessuna sorpresa, due processori differenti a seconda del mercato. Lo Snapdragon 820 quad core kyro a 64 bit (probabilmente per l’Europa) e l’Exynos 8820 octa core per gli altri mercati. Entrambi con modem LTE fino a 600Mbps in download, entrambi con architettura FinFET a 14nm. Per il SoC Qualcomm la GPU è una Adreno 530 e QuickCharge 3.0, mentre per l’Exynos di Samsung la GPU è la MALI T-880.

Molti sono i rumors riguardanti il ritorno dello slot per MicroSD che Samsung ha deciso di eliminare dal Galaxy S6 in tutte le sue declinazioni. Se dovesse tornare sarebbe un ravvedimento propizio per il colosso delle telecomunicazioni. I tagli di memoria partiranno dai 32GB e ci saranno 3 o 4 GB di RAM.

Il software

La versione Android è certamente la 6.0.x MarshMallow con l’interfaccia personalizzata di Samsung. Se a qualcuno non piace ad altri invece Samsung piace proprio perché si distingue dagli altri produttori per le sue personalizzazioni quanto, poi, queste incidano sulla qualità dell’esperienza sarà tutto da vedere dato che dei cambiamenti nel software dell’azienda sudcoreana ci sono stati.

La fotocamera

Il comparto fotografico dei topo di gamma di Samsung è sempre al top e con il Galaxy S7 non sarà da meno. Il sensore della fotocamera posteriore dovrebbe essere da 20MP con una nuova tecnologia proprietaria definite Britecell che consentirebbe di migliorare la qualità delle foto e dei video soprattutto in condizioni di scarsa luminosità.

La batteria

Vero tallone d’Achille degli smartphone e dei top di gamma in genere. Poiché i top di gamma sono sempre più sottili, le batterie devono seguire la stessa sorte e quindi devono necessariamente ridurne la capacità. Quale sarà la capienza di quella del Galaxy S7 è ancora un mistero e nonostante la presenza di funzioni per il risparmio energetico, anche ultra, la scarsa durata potrebbe essere qualcosa con cui fare i conti se avete messo nel mirino il prossimo top di gamma di Samsung. È quasi certa la nuova  porta USB Type-C.