telepass

Telepass modificherà ulteriormente i contratti con i propri utenti dal mese di gennaio. Le associazioni dei consumatori, come normale che sia, già preannunciano azioni importanti.

In particolare, sotto l’occhio del ciclone ci sarebbero le modifiche a Opzione Premium, Twin, Unicum Telepass Family e Unicum Telepass con Viacard. “I contratti Telepass Premium e Telepass Premium Extra saranno unificati, estendendo a tutta la clientela Premium anche il soccorso stradale sulla viabilità ordinaria in aggiunta al servizio già attivo di assistenza sulla rete autostradale a pedaggio”, si legge in una nota. “Ovviamente tutto ciò avverrà contestualmente ad un aumento dei costi. Un operatore unico, che in una posizione di netto e prevalente monopolio decide di disdettare i contratti in essere e di aumentare a suo piacimento le tariffe riferite ai Telepass, a nostro avviso rappresenta una grave violazione”.

Quanti utilizzano i servizi Telepass, ossia attualmente circa 8 milioni, dal 1 gennaio 2016 recepiranno tale modifica in modo passivo, poiché sono escluse altre possibilità di ottenere tariffe migliori.

Le variazioni tariffarie

Le variazioni, in particolare, riguardano Opzione Premium che passerà da 0,78 euro mensili per i clienti Telepass con Viacard a euro 1,50, mentre da 2,33 euro a trimestre per i clienti Telepass Family a Euro 4,50. Telepass Twin, invece, avrà un costo trimestrale complessivo di 6,30 euro. Inoltre, l’Opzione Premium avrà un canone trimestrale di 4,50 euro (a differenza dei 2,33 precedenti).

Essendo Telepass proprietario della rete autostradale e azionista di maggioranza della Società, come già anticipato, i clienti dovranno accettare passivamente questo rincaro del canone. Una violazione, secondo molti. Che, ci aspettiamo, non passerà inosservata.