apple tv

Apple TV arriva alla quarta generazione e si rinnova completamente, dimenticate le precedenti versioni. Il nuovo media center della mela morsicata aumenta l’interazione con tutti gli altri prodotti dell’azienda e rinnova completamente l’esperienza d’uso degli utenti. Provare questo prodotto è stato davvero piacevole anche.

IMG_1263

Estetica e materiali

La confezione dell’Apple TV è decisamente accattivante pur essendo molto semplice, nera con pochi fronzoli. Al suo interno c’è una specie di mattoncino chic con il suo telecomando ed il cavo di alimentazione. Assente ingiustificato il cavo HDMI per collegarlo alla TV.

Apple TV è compatto ma pesante, interamente in buon policarbonato come quello dei MacBook White. Non c’è alcun tasto fisico, sul retro sono presenti diversi ingressi dedicati alla connessione alla TV oltre che alla corrente. È presente anche un ingresso microUSB, necessario in caso Apple TV abbia bisogno di interventi tecnici, oltre alla predisposizione per il collegamento LAN.

Telecomando

Una delle più importanti novità del nuovo media center è il telecomando interattivo. I 6 tasti che consentono la navigazione sono coadiuvati da un touchpad in vetro temperato. Quest’ultimo consente di navigare velocemente fra i menu del media center grazie anche alla possibilità di cliccare effettuando una pressione direttamente sulla superficie del touchpad. I 5 tasti presenti consentono di: alzare ed abbassare il volume, avviare Siri, tornare indietro nei menù, mettere in pausa i contenuti ed aprire la Home di Apple TV.

Apple tv

I materiali del telecomando sono diversi: metallo per il back panel, vetro temperato sul touchpad e plastica lucida per la parte frontale. La batteria interna è ricaricabile ed Apple promette una durata di circa tre mesi per ogni ciclo di ricarica.

IMG_1272

Il dispositivo è equipaggiato con accelerometro e giroscopio mentre per comunicare con il media center sfrutta il bluetooth e la porta infrarossi. La porta microUSB consente invece di ricaricare la batteria.

Il telecomando ha lo scopo di aumentare l’interazione dell’utente consento addirittura di giocare utilizzandolo come joypad grazie alla presenza dei sensori. In realtà, nell’esperienza pratica, l’uso tel telecomando in questo senso è davvero molto scomodo.

Apple tv

Il microfono integrato serve per utilizzare l’assistente vocale Siri che, purtroppo, non è ancora disponibile in Italia.

Hardware e software

Apple TV è dotato di processore A8 ed è supportato da ben 2 GB di RAM. Il taglio di memoria interna che abbiamo scelto noi è 32 GB ma, c’è anche la versione con ben 64 GB di spazio disponibile. Il grande lavoro di ottimizzazione fra hardware e software mi ha permesso un’esperienza d’uso sempre piacevole e fluida. Il media center dispone di connettività Bluetooth, Wifi ed infrarossi.

Apple tv

L’OS montato su Apple TV è TVos, il nuovissimo sistema operativo studiato appositamente per il media center della mela morsicata. Dopo una semplice configurazione, rallentata solo dalla scomodissima tastiera virtuale (è possibile collegarne una esterna via bluetooth), è possibile utilizzare il media center. La Home Page sembra quasi quella della consolle Nintendo Wii, molto semplice e con diverse icone di grandi dimensioni. TVos è improntato all’interazione, oltre all’iTunes Store dedicato al noleggio ed acquisto di film, c’è la possibilità di scaricare applicazioni studiate direttamente per Apple TV. L’App Store dedicato è ancora abbastanza acerbo ma, è giustificabile considerando che il sistema operativo è stato appena lanciato.

L’interazione con l’ecosistema Apple è ovviamente ai massimi livelli. Tramite Air Play si può facilmente trasmette lo schermo di Macbook o iPhone direttamente sulla TV. La libreria di iTunes può essere condivisa sfruttando il servizio “in casa” disponibile sia per OSX che per Windows. Le fotografie caricate su iCloud vengono visualizzate direttamente su Apple TV grazie all’indirizzo email dell’account iTunes.

L’esperienza di gaming non mi ha entusiasmata particolarmente, soprattutto perché il telecomando non è comodo da usare come joypad. L’idea di trasformare Apple TV in una consolle non è comunque da sottovalutare, soprattutto quando l’App Store sarà più ricco di contenuti multimediali. Sullo shop online Apple è disponibile anche un joypad wireless nato appositamente per il media center della mela morsicata.

Conclusioni

Apple TV 2015 rivisita completamente il concetto di media center. È un terminale completo e consente una grande interazione che, non si limita alla riproduzione di fotografie e video. La memoria interna permette di noleggiare o acquistare film ma, anche di scaricare applicazioni direttamente dall’App Store dedicato. Quest’ultimo è ancora molto acerbo ma, sicuramente crescerà con il passare del tempo. Apple TV parte da 179€ per la versione 32GB fino ad arrivare ai 220€ per quella da 64GB. Sicuramente, nonostante il costo non proprio accessibile, ne consiglio l’acquisto soprattutto agli utenti di altri prodotti Apple (come MacBook, iPhone o iPad).

Apple TV 2015

Apple TV 2015
82.5

Hardware

9/10

    Software

    9/10

      Prezzo

      6/10

        Design

        9/10

          Pro

          • Funzionalità
          • Design

          Contro

          • Prezzo