Android

Android e iOS sono i sistemi operativi che dominano il mercato degli smartphone, rimangono dietro, molto dietro, Windows e BlackBerry. Il 98 per cento del mercato è appannaggio del robottino verde e della mela morsicata.

Non è una novità che a dominare il mercato degli smartphone siano Android e iOS, ma a leggere i numeri c’è un effetto decisamente diverso. Nulla di nuovo nemmeno per quanto riguarda BlackBerry che ormai con il Priv è entrata nel mondo Android.

Il sistema operativo di Google è presente su 298.797.000 di smartphone e iOS si attesta sulle 46.062.000 unità. Numeri impressionanti se paragonati a BlackBerry che si ferma a 977.000 unità. Nonostante l’arrivo di Windows 10 i dispositivi di Redmond fanno fatica ad emergere in un mercato tanto competitivo e anche se il sistema operativo di Microsoft è presente su 5.874.000 non è un numero paragonabile a quelli registrati da Android e iOS.

Per BlackBerry si era profilata la strada verso il declino e all’azienda canadese si era interessata Samsung, almeno questo dicevano i rumors. Ora con l’adozione di Android l’azienda dovrebbe risalire la china anche se il Priv ha un costo proibitivo, ma l’obiettivo probabilmente non sono i comuni utenti ma le aziende visto che Priv sta per privacy.

Quello che meraviglia certamente di più è l’andamento dei Windows phone. Il direttore di Gartner, Anshul Gupta, che ha condotto l’indagine afferma che il motivo sia da ricercare nello scarso interesse degli sviluppatori che non possono contare su un numero elevato di smartphone da cui trarre profitto. Questo porta ad avere un numero basso di applicazioni per Windows e di conseguenza uno scarso interesse da parte dei consumatori. L’Italia è uno dei pochi Paesi, se non l’unico, dove i Windows phone continuano a crescere anche se con percentuali minime.

In ambito Android, molto si deve ai produttori cinesi che hanno percentuali di crescita annui impressionanti. In misura maggiore Huawei e minore Xiaomi, entrambi i produttori stanno diventando sempre più influenti nel mercato degli smartphone e Samsung ed Apple non dovrebbero dormire sonni tranquilli.