Pepsi
Pepsi P1 potrebbe essere il primo smartphone della marca dedicata alle bibite.

I rumors lasciano spazio alla realtà. Pepsi sta per lanciare P1, il suo primo smartphone. La nota marca di bibite è però alla ricerca di finanziatori virtuali.

Sembra tutto uno scherzo, ma non lo è. Dopo una lunga serie di indiscrezioni, Pepsi ha confermato l’imminente lancio di uno smartphone. Un’idea come un’altra per cercare di inebriare la propria vasta clientela, che nel 2014 è stata superiore rispetto a quella della sua storica rivale, Coca Cola. Con lo smartphone Pepsi P1, la marca ha intenzione di avventurarsi in un segmento alquanto complicato, nel quale la concorrenza si sta facendo sempre più spietata.

Prima di iniziare a commercializzare il proprio prodotto, Pepsi ha però intenzione di misurare l’indice di gradimento da parte dei potenziali clienti. Per questa motivazione, la società americana ha deciso di lanciare una campagna di crowdfunding su JD Finance, una sorta di equivalente cinese di Kickstarter o Eppela. L’obiettivo è quello di raggiungere la cifra di 3 milioni di Yuan (circa 440 mila euro) entro il prossimo 3 dicembre. Ad oggi, ne sono stati ottenuti soltanto 582 mila. Un inizio non proprio esaltante.

Ma cosa ci sarà nel Pepsi P1? JD Finance ha anche comunicato le specifiche tecniche del prodotto. Si tratta di un dispositivo mobile di fascia media dalle dimensioni piuttosto contenute e dal peso di 158 grammi. Possiede un display dalla diagonale di 5,5 pollici con risoluzione Full HD, con i bordi leggermente arrotondati.

Pepsi P1 è fornito di un processore MediaTek MT6792 da otto core, con una frequenza massima di clock a 1,7 GHz. Quest’ultimo è coadiuvato da una memoria RAM di 2 GB e uno storage interno di 16. La fotocamera posteriore è da 13 megapixel e quella frontale da 5, con una batteria interna da 3000 mAh. Funziona tramite l’interfaccia utente Dido 6.1 con sistema operativo Android 5.1 Lollipop.

A tutto questo, bisogna aggiungere che lo smartphone di Pepsi dispone dell’ormai immancabile scanner per il riconoscimento delle impronte digitali, in grado di garantire una maggiore sicurezza a chi lo usa. Inoltre, il modello potrebbe contenere ben 3 schede SIM, una micro e due nano. Niente male per un dispositivo mobile che dovrebbe avere un prezzo molto contenuto. Sempre se un giorno verrà commercializzato.

Nel frattempo, sbizzarritevi con le prime immagini dello smartphone Pepsi P1, pubblicate direttamente su JD Finance.