Google Plus si rinnova e punta tutto su community e raccolte

Altro che dismissione, Google Plus ha sette vite come un gatto. Il social network di Big G, perennemente alla rincorsa di Facebook e con una vitalità degli utenti pari ad un cimitero pre-colombiano, pare aver imboccato finalmente la via giusta. Cambia veste e cambia anche qualcosa della sostanza.

Attraverso un post sul blog di Google, Eddie Kessler – Director of Streams – fa sapere che la nuova versione sarà presto online, ed è stata rivista a partire dai feedback raccolti dagli utenti. Sono due, in particolare, i punti principali in cui si è svolto il restyling del social, ovvero le uniche due feature che fino a oggi hanno animato Google Plus, ossia le Community e le Raccolte.

Le Community, come già sperimentato, permettono agli utenti del sito di fare gruppo attorno ad interessi condivisi. Le Raccolte, invece, consente ai singoli utenti di seguire contenuti su argomenti specifici. Queste caratteristiche saranno poste al centro nel nuovo design.

Il processo di rinnovamento della veste grafica della piattaforma non riguarderà solo la versione web, sia quella per desktop che per mobile, ma anche l’app per smartphone. La nuova interfaccia sarà attivabile nel momento in cui apparirà il tasto “Let’s Go”.

Leggi anche:  iOS 11 contro Android Oreo: il confronto è sempre più impietoso

Restyling Google Plus

Il risultato dell’operazione sarà rendere Google Plus meno clone confuso di Facebook, mettendo in luce un’esperienza più mirata sulla condivisione e sui collegamenti scaturiti da interessi specifici. Insomma, qualcosa che lo renda più simile a Reddit e Pinterest, diventando un luogo dove portare avanti in primo luogo passioni comuni, che vanno dai gatti a pelo rosso agli orologi vintage.

Ma noi, che siamo malpensanti, abbiamo anche capito l’utilità in termini economici di questo focus su Raccolte e Community, ovvero profilare gli utenti per indirizzare in modo più preciso le pubblicità. Infatti sarà molto più facile vendere inserzioni con utenti fortemente “targetizzati” in base agli interessi, per quanto Google non permette ancora agli inserzionisti di accedere ai dati sull’appartenenza degli utenti alle Community di Plus.

Intanto, se siete curiosi, e volete provare in anteprima la nuova versione di Google Plus è possibile cliccare qui: https://plus.google.com/apps/activities e successivamente cliccare nella barra di ricerca.