asus
Asus, occhiali per la realtà aumentata nel 2016

Asus è pronta a salire sul treno della realtà aumentata, che conta già diversi passeggeri come Google e Microsoft, e lo fa con un paio di occhiali pronti per la commercializzazione già a partire dal 2016.

Che un’azienda come Asus potesse entrare nel mercato della realtà aumentata già a partire dal prossimo anno è una notizia che non tutti si aspettavano. Quando qualche anno fa Google ha presentato il primo prototipo dei Google Glass, in molti sono rimasti sbalorditi dalle potenzialità offerte da quegli occhiali, così futuristici da risultare qualcosa che difficilmente avremmo potuto testare con mano nel breve termine. La realtà aumentata è una tecnologia su cui diverse grandi aziende nel mondo stanno puntando, una tecnologia che potrebbe sostanzialmente migliorare la qualità della vita di tutti, come già in passato hanno fatto gli smartphone. Sembra che non dovremo aspettare poi così tanto tempo, soprattutto se Asus è già pronta a commercializzare gli occhiali per la realtà aumentata già a partire dal 2016.

Asus pronta con gli occhiali per la realtà aumentata

Al momento non si hanno notizie su questo accessorio o su come funzionerà nel dettaglio, ma il CEO di Asus, Jerry Shen, ha già confermato che l’azienda è pronta ad entrare nel mercato già a partire dal 2016 con un paio di occhiali per l’augmented reality. In passato alcune voci parlavano di un possibile accordo tra l’azienda taiwanese e Microsoft per portare sul mercato una versione più economica degli HoloLens, gli occhiali per la realtà aumentata in arrivo il prossimo anno nella versione per sviluppatori a circa 3000 dollari. Non è dunque chiaro se questo presunto headset di Asus sarà un restyling del dispositivo di Microsoft o se si tratta di un dispositivo costruito da zero.

“Il prossimo anno dovremmo presentare il nostro primo prodotto” – ha dichiarato il CEO di Asus – “pensiamo che la realtà aumentata sarà veramente importante per migliorare la vita di tutti.” Attenti però a non confondere la realtà aumentata con la realtà virtuale. Se da un lato quest’ultima trasporta chi la prova in un mondo completamente nuovo, immergendolo in una realtà fittizia come per esempio quella di un videogioco, la realtà aumentata funziona in maniera diversa e ha il solo scopo di aggiungere informazioni alla realtà che ci circonda, per esempio mostrando dettagli su un determinato negozio in tempo reale mentre si passeggia per strada.

Gli occhiali di Asus funzioneranno dunque in maniera diversa, per esempio, rispetto al Gear VR di Samsung o all’Oculus Rift di Facebook, accessori progettati con un’ideologia completamente diversa in mente, che è principalmente quella dell’intrattenimento. La corsa al futuro è dunque appena iniziata ed è interessante vedere un’azienda come Asus, conosciuta principalmente per i suoi tablet, laptop o smartphone, competere direttamente con grandi colossi come Google o Microsoft.