samsung galaxy s7
Samsung Galaxy S7 in arrivo in anticipo

Il rumor che vede un rilascio anticipato del Samsung Galaxy S7 ha cominciato a circolare già da qualche settimana e come se non bastasse oggi emergono nuovi indizi che vanno a confermare questa teoria. Non sarebbe la prima volta che Samsung anticipa i tempi di presentazione e rilascio di uno smartphone, lo stesso è successo proprio quest’anno con il Note 5.

Un indizio isolato non fa una conferma, ma una serie di indizi gettano quantomeno le basi per un qualcosa di serio. Ed è quello che sta succedendo per il Samsung Galaxy S7, che sembra ormai essere sempre più sicuro verrà presentato prima del previsto, probabilmente i primi giorni di febbraio invece del tradizionale Mobile World Congress di Barcellona. Secondo un insider, Samsung ha già cominciato a lavorare al firmware delle due versioni dello smartphone, Flat ed Edge, segno che i lavori sono già a buon punto.

I due firmware in questione hanno il numero di build G930FXXU0AOK6 e G935FXXU0AOK6, e se la storia insegna il “G930” e il “G935” nel codice dovrebbero stare ad indicare proprio il Samsung Galaxy S7 e relativa variante Edge (Galaxy S6 e S6 Edge hanno infatti numero di modello “G920” e “G925”). Dove starebbe la conferma del rilascio anticipato, direte voi? Lo scorso anno Samsung ha cominciato a lavorare al firmware dei due Galaxy S6 a dicembre inoltrato, per poi presentare i due dispositivi a marzo durante il Mobile World Congress. L’inizio dei lavori sul software già adesso, nella prima metà di novembre, potrebbe stare appunto ad indicare una presentazione del Galaxy S7 circa un mese prima rispetto alla tradizionale finestra di lancio. Lo stesso è successo quest’anno con il Galaxy Note 5, che ha saltato la presentazione all’IFA di Berlino a settembre per una presentazione a parte fissata circa tre settimane prima, ad agosto.

Ricordiamo che il Samsung Galaxy S7 sarà anche lo smartphone di lancio del nuovo processore di Samsung, Exynos 8890, montato probabilmente sulla versione europea del dispositivo, mentre negli USA il device arriverà con l’appena annunciato Snapdragon 820 di Qualcomm. Mettetevi comodi perché da qui alla presentazione ufficiale le voci e i leak si faranno sempre più insistenti.