Snapdragon 820
Snapdragon 820, il nuovo SoC Qualcomm

Snapdragon 820, l’attesissimo processore Qualcomm, sarà presentato oggi pomeriggio secondo quanto annunciato giovedì scorso da Tim McDonough.  A seguire lo stesso VP del settore marketing Qualcomm risponderà a un sessione di domande e risposte su Twitter a partire dalle 18:15 (ora italiana).

Snapdragon 820: oggi pomeriggio la presentazione

Annunciato ad Agosto, il nuovo SoC di casa Qualcomm Snapdragon 820 è il risultato di un lungo lavoro di ottimizzazione che dovrebbe averne migliorato la stabilità e soprattutto abolito i problemi di surriscaldamento e di danni alla batteria che hanno afflitto il predecessore Snapdragon 810.

Snapdragon 820 sarà il primo chip high-end Qualcomm a essere dotato di un core a 64 bit interamente disegnato dall’azienda che andrà a sostituire la serie di Cortex A utilizzata finora.

La casa produttrice ha inoltre dichiarato che l’Adreno 530 dello Snapdragon 820 riuscirà a fornire performance grafiche migliorate fino al 40%, con un abbassamento del 40% della potenza utilizzata e dunque una GPU che gira molto più velocemente risparmiando energia. Le poche notizie finora diffuse parlano anche di un supporto  display fino alla risoluzione 4K e 60 fps, di una capacità di esecuzione di stream via wireless a 30 fps 4K e un 50% di aumento delle performance rispetto al Samsung Exynos 7420 (SoC del Samsung Galaxy S6).

Senza i difetti del suo sfortunato predecessore, lo Snapdragon 820 si avvia dunque ad essere con tutta probabilità il punto di riferimento, per potenza di elaborazione, del mercato top-of-the-line del 2016.

Dopo l’annuncio ufficiale della sua uscita, avvenuto come detto ad Agosto, non si sono tuttavia avute molte altre notizie. Probabilmente il nuovo processore alimenterà il Samsung Galaxy S7  e sarà prodotto da Qualcomm in  due differenti versioni per altrettanti mercati (americano e cinese).

La curiosità  circa lo Snapdragon 820 è quindi molto alta e la Qualcomm sembra saperlo dal momento che McDonough ha predisposto una sessione di domande e risposte su Twitter a partire, come si diceva, dalle 12:15 PM EST (18:15 in Italia).

Oltre a fornire ulteriori dettagli circa il nuovo Snapdragon, con tutta probabilità il Vice Presidente sarà chiamato a rispondere al problema del surriscaldamento che – dopo aver tormentato lo Snapdragon 810 – pare essersi riproposto anche nell’820 anche se queste indiscrezioni sono state prontamente smentite dalla stessa Qualcomm.