nexus 6p
Vetro distrutto su Nexus 6P

Alcuni possessori di Nexus 6P hanno riscontrato problemi con il vetro posteriore attorno alla fotocamera, che si è spaccato apparentemente senza motivo dopo aver poggiato il dispositivo su una superficie piana.

Sembra che il nuovo smartphone di Google non sia proprio arrivato sul mercato nella migliore delle situazioni. Il Nexus 6P è stato messo a dura prova in una serie di test che ne hanno decretato l’eccessiva fragilità, anche se diversi altri YouTuber in rete hanno provato a dimostrare il contrario. Questa volta però le segnalazioni sulla delicatezza dello smartphone di Google e Huawei ci arrivano direttamente da alcuni possessori del dispositivo in America, che hanno visto sgretolarsi il vetro posteriore che accerchia la fotocamera senza apparente motivo.

Ancora problemi per il Nexus 6P

6p_black_glass_2Diversi utenti stanno segnalando sui forum di tutto il mondo la rottura del vetro posteriore del Nexus 6P. Un utente ha addirittura dichiarato di aver semplicemente poggiato il suo smartphone su una superficie piana e liscia e, dopo pochi minuti, ha udito il tipico rumore di un vetro che si frantuma: la parte della fotocamera ha ceduto senza essere stata neanche toccata, rilasciando frammenti di vetro sul tavolo.

Google non ha ancora rilasciato una dichiarazione in merito, ma in molti sono concordi sul fatto che il responsabile di questa rottura sia il calore. Il vetro, infatti, a contatto col calore tende a gonfiarsi, per poi restringersi una volta che il dispositivo si raffredda. Questo continuo rigonfiamento e sgonfiamento, impercettibile ad occhio nudo, compromette questa parte del dispositivo che dopo un po’ di tempo tende a frantumarsi senza alcuno sforzo o caduta.

L’ultimo Nexus a subire una sorte del genere è stato il Nexus 4 di LG, la cui parte posteriore, interamente in vetro, tendeva a spaccarsi senza cadute o sforzi di sorta. All’epoca Google ha poi rilasciato una versione aggiornata del dispositivo, con alcuni piccoli piedini che lasciavano lo smartphone leggermente rialzato una volta poggiato su una superficie piana. Non sappiamo se il Nexus 6P subirà lo stesso trattamento, ma trattandosi di un problema di fabbrica Google troverà sicuramente una soluzione, si spera, alla svelta.