oneplus x

il mercato dello smartphone è molto variegato. Centinaia di società si affrontano per cercare di vendere più dispositivi rispetto ai concorrenti.

Il co-fondaore della startup cinese OnePlus Carl Pei ha affermato che, prima di diventare una grande società, OnePlus dovrebbe cercare di sopravvivere nei prossimi cinque anni.

La società ha raggiunto una buona notorietà grazie alla produzione di smartphone qualitativamente elevati ad un ottimo prezzo, ma soprattutto grazie all’innovativo quanto discutibile sistema ad inviti per acquistare i suoi smartphone.

Da martedì la società ha cominciato a vendere il suo terzo smartphone prodotto fino ad ora, il OnePlus X con un prezzo di vendita di 269 euro.

Durante un’intervista a Dublino, Carl Pei ha aggiunto che sta vedendo sparire diverse società produttrici di smartphone e per tale motivo, OnePlus dovrebbe porsi come obiettivo la sopravvivenza legata ad una crescita graduale.

La crescita dovrebbe verificarsi in maniera regolare, né troppo in fretta né a rilento, in modo tale da garantire ottime possibilità di successo all’azienda.

Leggi anche:  OnePlus 5T, stavolta il display non è invertito: addio al jelly scrolling

In questo modo, Pei ha dichiarato che OnePlus si sta auto-infliggendo un tasso di crescita inferiore a quanto si potrebbe raggiungere e che giocherà un ruolo fondamentale nel mercato degli smartphone nei prossimi vent’anni, crescendo anche tramite i fallimenti altrui.

Il co-fondatore pone la società tra i maggiori produttori nei prossimi anni, periodo in cui si vedrà la scomparsa di numerose società produttrici di dispositivi mobile.