Imgur

Imgur è un nuovo social network, diretto concorrente di Instagram, creato inizialmente come semplice sito per caricare immagini.

Dedicato alle immagini e acquistato nell’aprile del 2012 da Facebook per un miliardo di dollari Imgur nel tempo ha modificato i propri obiettivi. Infatti il sito inizialmente aveva l’obiettivo di caricare le immagini e condividerle attraverso un link che venica generatoo per essere postato sui blog o sui social netowork.

Con il passare del tempo e l’evoluzione dei social anche Imgur ha deciso di cambiare volto e si è aperto al mondo dei social divenendo una piattaforma dove condividere foto e ottenere feedback dagli utenti. Un vero e proprio rivale per Instagram, il social network che spopola tra i giovani.

Nato nel 2009 da un’idea di Alan Schaaf, Imgur ha mosso i primi passi nella community di Digg e Technocrati affermandosi definitivamente grazie al sito di social news Reddit. In pochi mesi il sito è passato dall’aver cinquemila accessi al giorno a oltre un milione, collezionando petabyte di immagini e GIF.

Per caricare un’immagine su Imgur non è obbligatorio essere iscritti: basta accedere al sito e cliccare su Upload images per ottenere un link per condividere la foto anche su altre piattaforme. Se invece si vuole utilizzare Imgur come un vero e proprio social bisogna iscriversi utilizzando le credenziali del proprio account Facebook, Twitter, Google+ o Yahoo o creando un nuovo profilo.

Leggi anche:  Instagram, i migliori hashtags e i video più popolari di questo 2017

Dopo la registrazione l’utente potrà usufruire delle funzionalità di Imgur: nella home sarà possibile visualizzare le immagini che hanno ottenuto il maggior numero di visite e di commenti da parte dell’attiva community del sito mentre in alto a destra è possibile controllare le foto caricate e catalogarle nei diversi album o cartelle.

Un’altra funzione di Imgur è la creazione di GIF animate, brevi video con l’aggiunta di effetti sonori o frasi di testo.

Imgur ha sviluppato anche un’applicazione mobile, disponibile per Google Play Store e App Store in modo tale che i propri utenti possano caricare le immagini direttamente dallo smartphone.