samsung
Samsung

Buone notizie per le casse di Samsung. Il colosso coreano ha segnato un incremento dei profitti nel trimestre appena trascorso nonostante l’agguerrita concorrenza sul mercato di smartphone e tablet. Il risultato è frutto dell’incremento della domanda di display e chip.

Samsung porta un dato chiaro: 45,1 miliardi di dollari è il dato di vendita dell’ultimo trimestre, che stabilisce un incremento del 9% rispetto allo stesso periodo del 2014, con un gudagno netto in aumento del 29%. Come dicevamo, il risultato è dovuto all’elevata richiesta di prodotti Samsung sul mercato dei chip e degli schermi, di cui l’azienda è leader.

In ambito smartphone, Samsung ha visto incrementare le sue vendite dopo aver lanciato gli ultimi top di gamma, Galaxy S6 Edge Plus e Galaxy Note 5, tenendo sempre nel mirino la quota di mercato appartenente ad Apple. La solita politica del taglio del prezzo sui penultimi top di gamma, ha comunque causato una diminuzione dei profitti solo nel comparto smartphone, rispetto al precedente trimestre. Una scelta che apporta sicuramente un volume di vendite in aumento, coadiuvato anche dalla domanda dei device di fascia media e bassa, ma che in qualche modo va ad incidere sui guadagni.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S9, bruttissima delusione per molti utenti

A quanto pare, Samsung avrebbe venduto qualcosa come 84,5 milioni di terminali nell’ultimo trimestre, con Apple che si è assestata a poco più della metà, con i suoi iPhone. Segue a ruota Huawei con i suoi 26,5 milioni di terminali spediti. Le previsioni orientate al prossimo anno indicano un rallentamento delle vendite per quanto riguarda Samsung, ma l’azienda confida nel servizio Samsung Pay per rovesciare questa analisi, oltre alla diminuzione dei costi e ad un lavoro di affinamento delle peculiarità a livello software, cosa che interessa molto l’utenza.

Leggi anche: