Microsoft Surface Pro 4
Microsoft Surface Pro 4

Sulla carta, il display del Microsoft Surface Pro 4 dovrebbe essere il migliore mai impiegato in un tablet, sia per qualità generale che per i consumi ridotti rapportati alle sue dimensioni.

Microsoft Surface Pro 4 ha alzato il livello rispetto alla concorrenza e rispetto al suo predecessore; stando alle dichiarazioni dell’esperto di schermi Ray Soneira che ha avuto modo di effettuare dei test sul nuovissimo prodotto Microsoft, siamo di fronte al device mobile con lo schermo più performante e preciso mai visto, sia su smartphone che su tablet, con la riproduzione dei colori più fedele in assoluto; l’errore della riproduzione del colore ha un valore medio di 1,9 JNCD, con un blu più saturo rispetto agli altri, anche se questo è un parametro poco indicativo dato che l’occhio umano non è in grado di percepire differenze al di sotto dei 3 JNCD. Lo schermo di Microsoft Surface Pro 4, inoltre, è dotato di ottima luminosità per un pannello di queste dimensioni ma, ad esempio, i neri non sono del tutto assoluti.

Il display di Microsoft Surface Pro 4, come detto in precedenza, ha dimostrato ottimi consumi per i suoi 12,3 pollici di diagonale: 267 ppi che richiedono una potenza di soli 4,8 Watt (Apple iPad Air 2 ne richiede 8,3 i suoi 264 ppi), migliorando ancora di più le performance già più che buone del Surface Pro 3.

Leggi anche:  Su A3mshop arrivano smartphone e tablet per Natale a partire da 39 euro

L’unico aspetto che mette lo schermo di Microsoft Surface Pro 4 un gradino sotto i quelli dei tablet di Apple è la visuale in condizioni di luce diretta del sole; in questo caso, i prodotti creati a Cupertino riescono a sfruttare le potenzialità del rivestimento anti riflettente ed essere più visibili. Trattandosi poi di un display LCD, rimangono comunque quelle caratteristiche (o difetti) tipiche di questa varietà di pannello.

Non resta che attendere l’inizio delle prime spedizioni del Microsoft Surface Pro 4, che in Italia partiranno il 19 novembre, per le versioni con Intel Core i5/Core m3 e il 10 dicembre, per quelle con Intel Core i7.

Leggi anche: