facebook
Facebook Messenger e le richieste di messaggi

Piccola rivoluzione in casa Facebook. Il social network ha finalmente rimosso la cartella “Altro”, sconosciuta ai più, e ha introdotto i Message Requests per chattare su Messenger anche con chi non è tra gli amici.

La cartella “Altro” è una funzione di Facebook che molta gente ignora o scopre per caso. Si tratta di una cartella, accessibile solamente dalla versione desktop del social network, in cui finiscono tutti i messaggi provenienti da persone che non fanno parte della nostra lista amici o che non hanno alcun contatto in comune. Non essendoci alcun tipo di notifica quando un messaggio finisce in quella cartella, molto spesso questi messaggi vanno persi o mai letti. Facebook ha deciso quindi di rimuovere questa fastidiosa funzione e ha introdotto i Message Requests, o richieste di messaggio, per permettere di chattare su Messenger anche con i contatti che non sono tra i nostri amici.

Arrivano le richieste di messaggio su Messenger

Questa piccola rivoluzione nasconde la volontà di Facebook di rendere Messenger un’applicazione sempre più diffusa, alla pari dell’irraggiungibile WhatsApp. Eliminando completamente la cartella “Altro”, tutto quello di cui abbiamo bisogno per contattare una persona è il suo nome e cognome. Niente più numeri di telefono in rubrica, basterà accedere a Messenger e contattare la persona desiderata, anche se non si trova tra gli amici. Il destinatario del messaggio potrà decidere se accettare o meno la richiesta di messaggio, senza che il mittente venga a sapere se il messaggio è stato letto o meno. Ricordiamo tutti, infatti, lo scandalo che si è venuto a creare quando Facebook ha introdotto le notifiche di lettura su Messenger.

Leggi anche:  Facebook sta per mandare in pensione il suo Assistente Virtuale, M

Con le richieste di messaggio l’app di messaggistica diventerà un luogo in cui chattare privatamente con chiunque, ma solo se lo desideriamo. Il social network continuerà in ogni caso a monitorare la situazione per evitare che questa nuova funzione venga utilizzata a scopo di spam. Se a questo ci aggiungiamo il fatto che Messenger non ha bisogno di un account su Facebook per poter essere utilizzato, è ancora più chiara l’intenzione della compagnia di rendere la piattaforma il luogo perfetto per comunicare con il mondo intero.