roaming

Addio per sempre al Roaming in Europa a partire da giugno 2017, infatti, dal prossimo anno si potranno sfruttare le tariffe del proprio operatore telefonico senza pagare un euro in più.

Il Parlamento Europeo ha approvato nella giornata odierna la cancellazione del roaming e mantenimento del principio della neutralità della rete che permetterà a milioni di persone di viaggiare tranquillamente in Europa senza spendere un euro in più per navigare in internet o chiamare i propri parenti all’estero.

L’annullamento del roaming avverrà in modo graduale, infatti, si partirà dal 30 aprile 2016 quando le tariffe attuali del roaming presenti nei vari paesi della Ue saranno rimpiazzate da un aumento massimo di 5 cent. al minuto per le chiamate, 2 cent. per gli sms e 5 cent. per Mb per i dati scaricati.

Addio al roaming in Europa per sempre

Il 30 giugno 2017 tutti i costi del roaming verranno completamente aboliti ma non completamente visto che è prevista una clausola di “uso equo” nel caso in cui si sfruttasse l’annullamento dei costi del roaming per motivi diversi dal viaggiare. In questo caso gli operatori telefonici potranno recuperare i costi richiedendo alla persona un sovraprezzo per i servizi usufruiti.

Questo annullamento del roaming potrebbe avere gravi ripercussioni sulle compagnie telefoniche che vedranno ridursi in modo considerevoli gli introiti provenienti da chi viaggia in Europa. Questa legge era attesa da tempo anche perché da un recente studio circa il 94% degli europei che effettua viaggia in Europa fa un uso limitato di servizi internet sul cellulare a causa dei costi del roaming.
In Italia addirittura il 18% spegne il cellulare o lo mette in modalità aereo; il 58% conferma di non fare telefonate; il 19% disattiva internet.