Samsung Galaxy S7

Com’è noto, il settore tecnologico – specialmente il segmento smartphone – non conosce soste: oggi esce un nuovo modello e, magari, già pochissime settimane dopo ne viene presentato uno nuovo. Dopo la recente uscita del Galaxy S6 Edge+ (o “Edge Plus”, che dir si voglia) e l’ormai quasi imminente arrivo anche in Italia del Galaxy Note 5, Samsung si appresta a lanciare il Galaxy S7, nuovo top di gamma dell’azienda sudcoreana, che dovrebbe essere commercializzato nella prima metà del prossimo anno.

Il Galaxy S7 cercherà di dare nuova linfa a Samsung, che negli ultimi due trimestri ha registrato risultati di vendita sicuramente non all’altezza dei consueti standard. Una domanda però sorge subito spontanea: con uno smartphone – il  Galaxy S6 – che sembra aver già raggiunto livelli d’eccellenza sia nel comparto telefonico che in quello fotografico, quali specifiche e novità potrà riservarci il nuovo Galaxy S7?

Design

Secondo il sito coreano inews24.com, Samsung potrebbe abbandonare la scocca di vetro dell’S6 a favore di un corpo unibody in lega di magnesio ricoperto di vetro. Questa lega di magnesio, grazie alla grande resistenza, è stata a lungo impiegata nelle cornici delle fotocamere Samsung di alta gamma (come la mirrorless NX1), e utilizzarla nel Galaxy S7 contribuirebbe a migliorare la dissipazione del calore e ad illuminare maggiormente il nuovo smartphone rispetto all’S6, il cui corpo è prevalentemente in vetro).

Un secondo rumor, sempre proveniente dalla Corea, riferisce che Samsung avrebbe registrato il marchio Turtle Glass: ciò significa che il gigante coreano potrebbe sostituire il noto Gorilla Glass, il robusto vetro che ricopre il display del Galaxy S6, con questo nuovo vetro super resistente.

Specifiche tecniche

Per quanto riguarda i componenti del nuovo S7, i rumors parlano di un nuovo processore Exynos 8890 (o in alternativa uno Snapdragon 820) e di una fotocamera posteriore da 20 megapixel. Samsung potrebbe scegliere un chip Snapdragon, anche perché Qualcomm ha già dichiarato che il suo processore di nuova generazione sarà disponibile ad inizio 2016, aggiungendo che includerà una GPU Adreno 530 più potente, una migliore efficienza energetica ed il nuovo sistema di elaborazione del segnale (denominato Spectra) che dovrebbe garantire fotografie di qualità superiore.

Leggi anche:  Samsung Galaxy X, lo smartphone pieghevole con Android nel 2018

C’è da aspettarsi inoltre una dotazione RAM di 4GB (la stessa presente sul Galaxy S6 Edge Plus e sul Note 5) e, forse, anche un ritorno dell’alloggiamento per le schede di memoria microSD. Sull’S6 Edge Plus e sul Note 5, infatti, Samsung è stata costretta ad eliminare la possibilità di espansione della memoria  per problemi di incompatibilità con il suo sistema di archiviazione UFS 2.0, ma sembra che nel corso del 2015 l’azienda coreana abbia trovato un modo per far coesistere e “collaborare” entrambe le tecnologie. 

Display

Sempre dal Paese asiatico provengono indiscrezioni su un nuovo display da 5.7″, che rappresenterebbe un bell’upgrade rispetto ai 5.1 del Galaxy S6… Allo stesso tempo, però, bisognerà capire se Samsung deciderà davvero di abbandonare delle dimensioni più pratiche per la maneggevolezza dei propri smartphone. Sempre a proposito dello schermo, si parla inoltre di un possibile passaggio alla tecnologia 4K (come ha fatto ad esempio Sony con il suo Xperia Z5 Premium), oppure lanciare una nuova versione del suo ormai celebre display curvo presente sul Galaxy S6 Edge e sull’S6 Edge Plus.

In ogni caso non dovremo aspettare molto per scoprire tutte le novità del nuovo top di gamma Samsung: è probabile infatti che il Galaxy S7 uscirà già il prossimo gennaio, oppure che venga presentato ufficialmente nel corso del Mobile World Congress 2016, in programma a Barcellona dal 22 al 25 febbraio.