USB Killer 2.0

Con USB Killer 2.0 tutti i PC sono potenzialmente a rischio. Una chiavetta USB ideata da un hacker è capace di distruggere tutti i computer ai quali viene collegata sfruttando un semplice processo elettronico attraverso dei condensatori.

Usb Killer 2.0 è il terrore di qualsiasi PC e il sogno di ogni hacker, a differenza dei comunissimi virus che circolano in rete è in grado di bruciare completamente qualsiasi PC, Mac o dispositivo che abbia una presa USB. La prima generazione di questo tipo di USB cioè la 1.0 causava solo il sovraccarico dell’alimentazione e quindi il PC una volta sostituita la scheda di alimentazione era in grado di funzionare nuovamente senza alcun problema.

Come funziona Usb Killer 2.0

La Usb Killer 2.0 una volta inserita nel personal computer tramite la porta USB avvia un convertitore elettrico DC/DC in grado di sovraccaricare i condensatori fino ad un punto prestabilito per poi scaricare centinaia di volt in modo da bruciare completamente la mainboard rendendola inutilizzabile. Su un normale PC basta la sostituzione della stessa per rendere nuovamente utilizzabile lo stesso ma su un notebook la morte sicura è garantita.

Leggi anche:  Assassin's Creed Origins, arriva l'aggiornamento alla versione 1.1.0

Purtroppo non essendo un attacco di tipo software la difesa è davvero difficile e si riesce ad arginare il fenomeno solamente utilizzando il meno possibile le memorie di massa. Dark Purple, per far vedere al mondo intero come funziona questa chiavetta ha anche pubblicato un video dimostrativo su YouTube dove si vede un normale personal computer che viene bruciato in pochi secondi.