YouTube Premium, alcuni nuovi video saranno disponibili solo a pagamento

Molto presto, per vedere alcuni contenuti su YouTube, bisognerà mettere le mani al portafoglio. Non è il testo dell’ennesima bufala che circola in rete, ma una delle possibilità che sta valutando Google per aumentare i propri dividendi e sostenere così alcune produzioni.

Già qualche settimana fa era trapelata la notizia di una versione di YouTube Premium. La piattaforma di video più diffusa al mondo sta preparando una lista di contenuti che saranno disponibili solo per gli utenti che acquisteranno i suoi prossimi servizi in abbonamento. YouTube annuncerà parte di questa programmazione in un evento che si terrà mercoledì prossimo, 21 ottobre, a Los Angeles.

Fonti del settore dicono che la programmazione è il frutto di una iniziativa annunciata lo scorso anno dal sito, quando aveva dichiarato che stava cercando nuovi contenuti da alcuni dei suoi “top creator”.

A quel tempo YouTube, però, non aveva chiarito chi avrebbe finanziato quest’operazione. Ma fonti citate da “The Verge” dicono che il sito intende ora utilizzare almeno una parte del contenuto, finanziandolo attraverso il suo abbonamento premium, che includerà anche caratteristiche come video senza pubblicità.

YouTube continuerà ad operare una versione gratuita del sito, e ha detto che tutti i video che appaiono sul sito gratuito saranno anche resi disponibili su YouTube Premium. Però ha anche spinto i creatori di video ad investire sull’abbonamento premium per ottenere più utili.

Leggi anche:  YouTube, la versione 12.44 introduce una feature dedicata ai device 18:9

Non è chiaro quando saremo in grado di vedere la nuova programmazione annunciata da YouTube. Fonti dicono che alcuni dei progetti che YouTube sta finanziando non saranno disponibili fino al 2016. Non è neanche chiara una data in cui dovrebbe partire il nuovo servizio in abbonamento.

Youtube già nel 2011 aveva provato a finanziare progetti nati ad hoc per il sito, quando sborsò circa 100 milioni di dollari per ingaggiare musicisti come Jay-Z e star di Hollywood come Ashton Kutcher. Questo sforzo, però, si rivelò un sostanziale fallimento. Questa volta, YouTube si sta concentrato più su un finanziamento verso le star di YouTube – cioè persone che sanno come raggiungere il giovane pubblico della piattaforma e che hanno conquistato proprio lì la loro fama, invece di assoldare persone che hanno costruito la loro visibilità altrove.

Nel mese di aprile, YouTube aveva annunciato alcuni progetti che avrebbero ricevuto il suo finanziamento, tra cui una serie con Ian Hecox e Anthony Padilla (star di Smosh) e film da AwesomenessTV della DreamWorks Animation.