Distribuzione Android
Fonte: danskinner.com

Android Marshmallow 6.0 è la nuova versione del sistema operativo mobile di Google e, al momento, è ancora un’esclusiva dei dispositivi Nexus. Al di fuori di questa linea, è ancora un Far West: Lollipop è presente solo in una piccola fetta di dispositivi (23,5% ) e le versioni da KitKat a ritroso ne coprono ancora la maggioranza (76,5%).


La nuova versione del sistema operativo mobile di Google, Android Marshmallow 6.0, è stata appena annunciata ufficialmente durante l’evento tenutosi lo scorso 29 settembre, assieme ai nuovi capofila della famiglia Nexus (Nexus 5X e Nexus 6P).

Ma mentre questa esclusiva sta cominciando anche ad arrivare pian piano a dispositivi Nexus delle scorse generazioni, o almeno le più recenti, la frammentazione del sistema operativo di Google è ancora presente e, soprattutto, c’è sempre un netto ritardo generazionale.

Lollipop sale, poco

Sebbene, nel frattempo, la distribuzione di Lollipop sia cresciuta fino a coprire il 23,5% dei dispositivi attivi, lo ha fatto molto lentamente e, soprattutto, non ha ancora superato il suo predecessore, KitKat, che copre ancora il 38,9% dei dispositivi e l’oramai quasi “nonno” Jelly Bean, che ne copre ancora il 30,2%.

Leggi anche:  Migliori applicazioni Android per risparmiare sui Voli, ecco quali sono

Per fortuna, versioni come Ice Cream Sandwich, Gingerbread e Froyo, oramai quasi dei ricordi, coprono solo il 7,4% dei dispositivi.

All’alba di Marshmallow, il 76,5% dei dispositivi è indietro ancora di almeno 2 versioni dell’OS.

frammentazione android
Fonte: androidcentral.com

Google, un cavallo imbizzarrito

Se mi è concessa una metafora, Google sembra un po’ un cavallo “imbizzarrito” che si cura più di correre veloce che di sapere dove sta andando.

Fatta eccezione per i possessori di dispositivi Nexus, ci sono utenti che saltano da una versione all’altra di Android – cambiando telefono – senza minimamente accorgersi di quello che c’è stato in mezzo.

Colpevoli di questa situazione lo sono sicuramente anche i vari produttori, che ancora oggi lanciano dispositivi nuovi di pacca con versioni improponibilmente obsolete di Android. Eppure, è proprio anche su questo che ci si aspetta un “colpo di redini” da parte di Big G, che non arriva. Di certo la linea Nexus, da sola, non può fare molto per contrastare la frammentazione.

Sarà interessante vedere se il quadro cambierà, e come, con l’arrivo di Marshmallow.