google glass ologrammi

Google ha presentato una richiesta di brevetto per mostrare ologrammi su un display montato in viso. Noi abbiamo pensato subito ai Google Glass.

Fornire una realtà aumentata grazie agli ologrammi, è questa l’idea che ha in mente Google? Mentre si cammina per una città si potrebbe interagire con ogni cosa che si ha intorno: avere informazioni su strade, musei, monumenti, ristoranti. Oppure è una mossa del colosso di Mountain View per rivoluzionare il mondo dei videogiochi? Per far immergere il giocatore totalmente nell’esperienza ludica? Un dirigente Google, quando gli è stato chiesto cosa significasse per l’azienda il deposito di questo brevetto, ha risposto in maniera molto vaga: “Noi depositiamo brevetti su varie idee, alcune di queste poi potrebbero maturare in prodotti o servizi reali, altre no. Annunci di potenziali prodotti non devono essere necessariamente dedotte dai nostri brevetti”.

Magic Leap

Lo scorso Ottobre Google ha investito 542 milioni di dollari in questa compagnia che realizza degli speciali occhiali in grado di aggiungere elementi alla realtà circostante. Chi ha provato il prodotto ne è rimasto davvero impressionato, tanto che ha dichiarato come tutti gli elementi aggiunti fossero del tutto naturali e non si riusciva a percepire la loro natura artificiale.

Leggi anche:  Galaxy S9: il nuovo video fa impazzire gli utenti, lo smartphone perfetto è qui

Potrebbe quindi essere un altro indizio che l’azienda stia effettivamente pensando di integrare la realtà aumentata nei suoi Glass? Non possiamo ancora sapere quali siano le intenzioni di Google in questa “partita”, tuttavia reputiamo che l’idea sarebbe davvero interessante e rivoluzionaria, potrebbe significare una svolta nel modo in cui interagiamo con la tecnologia.