Nest
Nest Weave mantiene al sicuro la vostra casa.

Nest presenta Weave, un nuovo protocollo grazie al quale è possibile tenere sotto controllo i servizi di una casa, sfruttando le reti senza fili.

Nest vuole continuare ad essere un autentico punto di riferimento del settore della domotica. Per riuscire nel suo obiettivo, l’azienda di termostati ha studiato un nuovo protocollo con il quale possono essere collegati tra loro diversi dispositivi all’interno di una casa. Si intitola Weave ed è l’idea grazie alla quale vari apparecchi sono connessi direttamente all’app Nest tramite il wireless.

In pratica, Nest ha intenzione di abbattere ogni sorta di interferenza e di rendere gli apparecchi più intelligenti. Il termostato si trasforma in un vero e proprio centro della domotica, con l’unico vero fine di rendere un’abitazione sempre più sicura ed efficiente. Mediante Nest Weave, gli utenti possono accedere a tutti i dispositivi senza alcun problema di potenza, ricevendo in maniera istantanea gli avvisi di suono e movimento ed eventuali allarmi per la circolazione di fumo e monossido di carbonio.

Leggi anche:  Google potrebbe assorbire Nest nella propria divisione hardware

Gli sviluppatori integreranno i loro prodotti con Nest Weave ed entreranno nel programma Works With Nest, che racchiude tutti i programmi funzionanti col sistema. Il primo software che ha avuto accesso a tale programma è stato il Linus di Yale, che funziona mediante un protocollo di rete senza fili e consente all’utente di verificare gli accessi e le uscite, con la chance di controllare se la porta è aperta o chiusa. A partire dal mese di agosto, sono state integrate anche Mimo, Petnet, Philips e Skybell. Anche Google Now ha iniziato a tenere sotto controllo i termostati di Nest, dopo aver acquisito l’azienda nel febbraio 2014.