robot Walk-man
Il robot Walk-man sorregge la torre di Pisa

Il robot Walk-man è uno dei progetti sviluppati all’Istituto Italiano di Tecnologia con sede a Genova e in questi giorni è arrivato a Pisa per fare una foto da turista accanto alla famosa Torre Pendente.Ieri in Piazza dei Miracoli a Pisa il protagonista è stato il robot Walk-man che come un normale turista non ha esitato farsi ritrarre con la Torre Pendente. Sfruttando l’illusione ottica è stato effettuato uno scatto davvero particolare, il robot infatti sembra sorreggere  con una mano la torre. Questo è stato possibile grazie al sistema innovativo Softhand che gestisce il movimento degli arti superiori rendendolo simile a quello di una mano umana.

Il robot Walk-man è arrivato a Pisa in occasione della “Bright 2015. La Notte dei Ricercatori in Toscana” ed è stato posizionato davanti al Museo delle Sinopie. Qui, dopo aver salutato i curiosi si è cimentato in alcuni scatti con la Torre Pendente sullo sfondo.

Le caratteristiche del robot Walk-man

Il robot Walk-man è stato costruito in soli dieci mesi ed è alto un metro e 85 centimetri e pesa 100 chili. E’ in grado di compiere azioni svolte comunemente dagli umani come camminare, guidare auto, utilizzare strumenti da lavoro o aprire porte, e tutto questo è possibile perché ogni suo movimento è molto fluido grazie all’elasticità con cui si muovo i giunti. Le altre caratteristiche peculiari di questo robot sono il ridotto consumo energetico, la leggerezza delle gambe essendo privi di motori che invece sono posizionati sul busto e la capacità di ruotare a 180 gradi la parte superiore del corpo.

Leggi anche:  I robot ruberanno il lavoro agli umani, secondo il Mit in modo inferiore nelle metropoli

Il robot Walk-man è realizzato per il 90% in Ergal, in titanio per l’8% e la restante parte in ferro e plastica. Si muove grazie a 33 motori da 2.8 KW che erogano una potenza fino a 250 Newton per metro.