umi zero 2
Una delle immagini relative a UMI Zero 2, reperibili dalla pagina Facebook della casa produttrice

In arrivo qualche novità dal fronte UMI Zero 2. Dopo i numerosi rumors giunti nelle settimane scorse, abbiamo qualche informazione in più; una di queste riguarda il processore che, con certezza, sarà uno della serie Helio X.

La tipologia di processore non è ancora del tutto chiara: si parla di un Helio X20, un deca-core dalle alte prestazioni, che incrementerebbe il livello del device ed il suo rapporto qualità-prezzo; oppure la scelta potrebbe ricadere sul, pur sempre buono, Helio X10, in questo caso parliamo di un octa-core comunque in grado di competere con cpu di fascia alta più blasonate. In ogni caso, ad UMI Zero 2 la potenza non mancherà.

Qualche chiarimento arriva anche in merito alla quantità di memoria RAM, che va a rispecchiare fedelmente il top di questo ultimo periodo: 4 GB, come i recenti Samsung Galaxy Note 5 ed S6 Edge Plus (che abbiamo già recensito). Un dato che fa di questo UMI Zero 2 il terminale più capiente della casa produttrice cinese, per quanto riguarda la memoria ad accesso casuale. I benefici di tale scelta li conoscete un po’ tutti: minore possibilità di lag nel normale utilizzo (anche con molte app aperte) e totale supporto al lavoro del processore.

Il comparto fotocamere dell’UMI Zero 2 dovrebbe avvalersi di una posteriore da 20 megapixel, mentre il display impiegato sarebbe da 5,2 pollici di diagonale, con risoluzione QHD; UMI Zero 2 dovrebbe anche utilizzare una connessione Type-C. Per quanto riguarda le varianti di vendita, il device potrebbe essere commercializzato in due tipologie: la prima con la cover posteriore in pelle e la seconda con display posteriore e-ink.

Leggi anche:  Intel Vs AMD, il resoconto del 2017 nel campo delle CPU per computer

Non rimane che aspettare l’annuncio ufficiale di UMI Zero 2, successore dell’UMI Zero, per capire con chiarezza le sue specifiche tecniche e il prezzo ma, se le voci di corridoio dovessero essere confermate, ci sarà la possibilità di mettere le mani su un bel prodotto.