Samsung
Samsung combatte la concorrenza con il business dei chipset

Samsung cerca di puntare sul business dei chipset per sbaragliare la concorrenza e risollevare l’andamento aziendale.Samsung attualmente detiene il 21 % del mercato degli smartphone a livello globale e questo nonostante i suoi profitti siano in calo rispetto agli anni precedenti. Secondo alcuni analisti la causa di questa situazione sarebbe proprio la divisione mobile ecco perchè l’azienda tenta di percorrere nuove strade investendo in altri business.

Samsung pronta ad investire nel business dei chipset

Samsung si pone come obiettivo quello di vendere più chipset ad altre aziende piuttosto che privilegiare i propri rivolgendosi ai consumatori. Kim Ki Nam, esponente della società ha dichiarato: “Crediamo di avere un ampio spazio per crescere. Se si dispone di un favoloso impianto per farlo funzionare non importa se il vostro cliente è interno o all’esterno. Chi acquista la nostra capacità è il cliente principale“.

Samsung è il più grande produttore al mondo di smartphone, fornitore leader di televisori e tra i primi fornitori di schermi a cristalli liquidi e altri componenti, inoltre è uno dei più importanti sviluppatori di chip di memoria e si posiziona a livello globale subito dopo Intel. Giovedì la società ha aperto un nuovo chip center di ricerca e design a Santa Clara, California, l‘edificio, che si estende su una superficie di 1 milione di piedi quadrati, ha lo scopo di mantenere alta la competizione di Samsung nei confronti delle altre aziende della Silicon Valley reclutando grandi talenti ingegneristici.

Secondo voi Samsung potrebbe presto diventare il top nel business dei chipset e risollevare così i profitti?

Leggi anche:  Samsung Galaxy Note 8: come installare subito l'aggiornamento ad Android 8.0 Oreo