teletrasporto quantisaitco
Raggiunto un nuovo recordo nel teletrasporto quantistico

Gli scienziati hanno appena annunciato il raggiungimento di un nuovo record nel teletrasporto quantistico. Superando di quattro volte il risultato precedente, hanno trasportato particelle di luce a 60 miglia (100 km) con fibra ottica.L’Istituto Nazionale di Standard e Tecnologie (NIST) ha raggiunto un nuovo record nel teletrasporto quantistico confermando che il trasferimento di informazioni quantistiche è fattibile anche a distanze lunghissime.

I ricercatori sono riusciti a teletrasportare con successo informazioni codificate in particelle di luce a più di 100 chilometri su fibra ottica, superando di quattro volte il precedente record di 25 km.

Si tratta di un enorme progresso per il settore emergente dei computer quantistici di cui vi abbiamo parlato di recente. Questi simulatori sono in grado di far assumere conformazioni differenti agli atomi e consentono agli scienziati di studiare le proprietà dei materiali.

Martin Stevens, ricercatore e co-autore dello studio al NIST , ha dichiarato: “Quello che è eccitante è che siamo stati in grado di effettuare il teletrasporto quantistico su una lunga distanza. Solo circa l’1% dei fotoni effettuano tutto il percorso di 100 chilometri su fibra. Non avremmo mai potuto fare questo esperimento senza i nuovi rivelatori in grado di misurare questo segnale incredibilmente debole“. Aggiunge: “L’ internet quantistico potrebbe consentire di stabilire canali di comunicazione che sono molto più sicuri di quello che abbiamo attualmente con i protocolli di crittografia standard che usiamo tutti i giorni”.

Il teletrasporto quantistico quindi potrebbe migliorare la sicurezza e la potenza della connessione. Grazie a questo nuovo record l’internet del futuro sarà più veloce, più efficiente e più sicuro.

Leggi anche:  Vodafone, ora i clienti possono chiamare tramite internet senza consumare i Giga